Dire “ti amo” sembra la cosa più naturale del mondo, specialmente se la storia d’amore prosegue da tempo e ci sono tutti i presupposti perché perduri negli anni. Eppure nonostante le premesse, e la stabilità di un sentimento vero, non tutti si sentono pronti a pronunciare le due fatidiche parole.

Sono solo due eppure pesano come una casa, gravano sul nostro animo come macigni e spesso non basta tutta la serenità del nostro rapporto a spingerci a pronunciarle. Se non si è pronti ogni sforzo risulterà superfluo. È una situazione nella quale ogni {#coppia} inciampa, specialmente se uno dei due non è completamente sincronizzato con lo stato d’animo dell’altro.

Sì. Nella coppia si crea sempre un po’ di squilibrio e a volte si finisce per viaggiare con ritmi di crociera differenti, raggiungendo le tappe intermedie in momenti diversi. Ma questo non implica che il sentimento sia meno valido, meno sentito e poco spontaneo. Il più delle volte la difficoltà nel dire “ti amo” è il risultato di esperienze precedenti che hanno lasciato cicatrici sul cuore, e lasciarsi andare a un nuovo amore diventa più complicato.

A volte invece si temporeggia per paura di spaventare o mettere sotto pressione il compagno, specialmente se a pronunciarle è quello più coinvolto dei due. E ci si ritrova non allineati a percorre la stessa strada, senza la giusta libertà di vivere la storia nel modo corretto.

Il vero problema è che il pensiero dell’amore e dei sentimenti sono il retaggio di favole e storie a lieto fine, dove dire “ti amo” implica una gravità solenne che conduce inevitabilmente verso il matrimonio, gli impegni, la famiglia. Molti si fanno spaventare dal percorso e si trovano incanalati dentro una galleria senza via di fuga, se non quella preventivata e obbligatoria. L’amore è fondamentalmente un percorso che si vuole condividere per il maggior numero di giorni possibili, ma non esiste una regola precisa o una prescrizione da seguire.

Non esiste un libro delle istruzioni o un regolamento, ognuno dovrebbe creare singolarmente le proprie leggi, liberandosi dei bagagli del passato e conferendo alle due parole il giusto valore all’interno del momento che si sta vivendo. Ogni sentimento è diverso, e per questo unico, e ogni ti amo lo sarà di conseguenza. Imparare a liberarsi degli errori precedenti, avanzando con semplicità verso le nuove promesse, è un passo difficile ma potrebbe spalancare le porte a una condivisione più sentita e sincera che vale la pena vivere.

Fonte: Très Sugar