Perdere peso in una settimana significa intraprendere una dieta lampo e, nonostante possa sembrare un miraggio, è assolutamente possibile riuscirci fino a 4 o 5 Kg circa. Certo occorre tanta buona volontà e un programma alimentare ipocalorico ben preciso, ma si può dimagrire davvero. L’importante è poi non riprendere a mangiare come prima, altrimenti si recupereranno in fretta tutti i chilogrammi persi, e probabilmente anche di più. Ecco dunque qualche consiglio pratico per riuscire in quest’impresa.

Alla base di un dimagrimento rapido deve esserci l’obiettivo di accelerare quanto più possibile il metabolismo, infatti più sarà attivo e più sarà possibile perdere peso, anche in una sola settimana. Per riuscirci bisogna dunque aumentare il numero di pasti durante il giorno, arrivando a cinque: colazione, spuntino delle 11, pranzo, merenda e cena. Questo perché nonostante si andrà a mangiare poco e leggero, fare tanti pasti permetterà di arrivare a quello successivo quasi senza fame, inoltre il corpo non sentirà la necessità di aumentare i livelli di insulina per digerire.

Una regola da seguire in modo ferreo per perdere peso in una settimana è quella di evitare i cibi grassi e di scegliere solo quelli sani, a basso contenuto calorico e possibilmente ricchi di fibre. Bene le proteine, mentre è meglio limitare i carboidrati, assumendoli preferibilmente solo al mattino. Gli alimenti consigliati comprendono in generale le verdure con pochi amidi (lattuga, finocchio, radicchio, sedano ecc.), uova, pesce (tranne quello grasso) e carni bianche come quella di pollo e tacchino, chiaramente private del grasso. Limitare l’assunzione di pasta, pane e prodotti da forno, perché altrimenti dimagrire sarà più difficile.

Ecco di seguito un esempio di dieta veloce, dal valore calorico di sole 1200 kcal giornaliere.

A colazione, scegliere tra:

  • una tazza di latte senza zucchero + 20g di cereali (fiocchi d’avena) + caffè senza zucchero
  • un vasetto di yogurt bianco + 20g di cereali + caffè senza zucchero.

Come spuntino di metà mattina, le alternative sono:

  • un kiwi
  • un’arancia
  • due mandarini
  • una vaschettina di fragole.

A pranzo, si può optare per:

  • 50g di risotto condito con verdure + insalata di lattuga + 50g di gamberetti o di pesce ipocalorico
  • 50g di pasta integrale al pomodoro + cavoli a vapore + 150g di merluzzo lesso
  • 1 fetta di petto di pollo alla griglia condito con sale e limone + insalata verde con due cucchiaini di olio + un panino integrale di 30g
  • 50g di pasta integrale con zucchine e gamberetti + un piatto di finocchi.

Per merenda, si potrebbe scegliere tra:

  • una spremuta di arancia
  • un centrifugato di kiwi, sedano e melone
  • un centrifugato di verdura.

Infine, ecco qualche possibile idea per la cena:

  • 6 pezzi di sushi + insalata verde
  • 1 piatto scarso di minestrone di verdure + 30g di pane integrale
  • 100g di carne di manzo, pollo o tacchino ai ferri + spinaci lessi + 30g di pane integrale.

I metodi di cottura impiegati dovrebbero essere i più leggeri e sani possibile, dunque via libera alla cottura in forno, alla griglia, al vapore, mentre la frittura è da abolire. Bisogna bere poi tanta acqua al giorno, circa 2 litri, e associare l’alimentazione ipocalorica del momento a un po’ di allenamento quotidiano. Non si deve per forza andare in palestra, basterebbe una camminata veloce di 40 minuti circa al giorno. Fare un po’ di attività fisica è indispensabile per perdere peso in una settimana ma anche nel lungo termine, perché aiuta a bruciare i grassi e soprattutto contribuisce a velocizzare il metabolismo.