Per cambiare look, molte donne scelgono di modificare i loro capelli. La permanente è una delle opzioni per chi ha capelli lisci o leggermente mossi.

La permanente è un processo chimico che serve a ottenere dei capelli ricci che hanno una durata maggiore, modificando la struttura chimica del capello. Si ottiene avvolgendo i capelli bagnati o umidi intorno a dei bigodini, dopo di che viene applicata questa  sostanza chimica all’interno dei capelli stessi modificandone la forma.

Quando la sostanza chimica ha agito, i capelli vengono risciacquati e successivamente applicata una seconda lozione che serve a ricostituire i legami chimici che in precedenza si erano spezzati, permettendo così di rendere permanente la nuova forma dei capelli. Infine i capelli vengono risciacquati una seconda volta e i bigodini rimossi, lasciando i capelli ricci o mossi, a seconda della grandezza dei bigodini.

Esistono vari tipi di permanente, ognuno dei quali permette di ottenere risultati diversi, dipende dal tipo di capelli e dal risultato che si vuole ottenere, ad esempio se si vogliono dei ricci rigidi o morbidi.

La permanente mossa, in genere viene scelta  per chi non vuole stravolgere la pettinatura ed ottenere un risultato più naturale possibile. La permanente riccia, la classica che molte non  preferiscono, in quanto è fondamentale la forma del viso, è sconsigliata per i capelli corti. La permanente per capelli lunghi, si consiglia a donne con capelli spessi. La permanente per capelli ricci naturali, in questo caso una permanente può definire i  ricci, rendendoli più ordinati e mai fuori posto.

photo credit: bine_bardi via photopin cc