Il personal branding è una delle attività più utili nel farsi scovare in Rete da headhunter e società alla ricerca di un determinato profilo professionale: saper utilizzare questo strumento nella maniera più adeguata consente di ottenere più facilmente un colloquio di lavoro. Si tratta di una sorta di tecnica di vendita in cui il prodotto è il candidato a ottenere un lavoro.

La ricerca di lavoro viene sempre più delegata alla Rete e sono proprio le aziende ad affidarsi alle risorse dei social network, ecco perché è di fondamentale importanza curare il proprio personal branding per mettere in luce le proprie competenze, esperienze e capacità.

=> Scopri le 8 regole base per trovare lavoro online

Attraverso questo utile strumento si possono evidenziare aspetti peculiari del proprio profilo che potrebbero interessare qualche headhunter, e nello stesso tempo si amplia la propria cerchia di contatti in rete. Ecco alcuni consigli per migliorare il proprio personal branding ed evitare di commettere alcuni errori che potrebbero compromettere un eventuale contatto di lavoro.

Tra i più comuni emerge la poca cura nel mantenere un profilo professionale, confondendolo troppo spesso con uno più sociale e quindi pieno di abbreviazioni, modi di comunicare tipici dei