Personal branding: come farsi trovare in Rete

Personal branding
Curare la propria presenza in Rete per trovare lavoro

Il personal branding è una delle attività più utili nel farsi scovare in Rete da headhunter e società alla ricerca di un determinato profilo professionale: saper utilizzare questo strumento nella maniera più adeguata consente di ottenere più facilmente un colloquio di lavoro. Si tratta di una sorta di tecnica di vendita in cui il prodotto è il candidato a ottenere un lavoro.

La ricerca di lavoro viene sempre più delegata alla Rete e sono proprio le aziende ad affidarsi alle risorse dei social network, ecco perché è di fondamentale importanza curare il proprio personal branding per mettere in luce le proprie competenze, esperienze e capacità.

=> Scopri le 8 regole base per trovare lavoro online

Attraverso questo utile strumento si possono evidenziare aspetti peculiari del proprio profilo che potrebbero interessare qualche headhunter, e nello stesso tempo si amplia la propria cerchia di contatti in rete. Ecco alcuni consigli per migliorare il proprio personal branding ed evitare di commettere alcuni errori che potrebbero compromettere un eventuale contatto di lavoro.

Tra i più comuni emerge la poca cura nel mantenere un profilo professionale, confondendolo troppo spesso con uno più sociale e quindi pieno di abbreviazioni, modi di comunicare tipici dei social, tweet e a volte l’uso di uno pseudonimo al posto del proprio nome. Poca attenzione anche alle impostazioni della privacy e mancanza di un blog.

Ciò che invece occorre fare è prestare particolare attenzione ai contenuti che devono essere sempre personali e originali, quando si fa riferimento a qualche fonte bisogna segnalarla e il linguaggio deve essere sempre chiaro e comprensibile sia per gli addetti ai lavori che per tutti gli altri.

La parola chiave è poi condivisione per far conoscere le proprie passioni, attitudini e interessi. La condivisione di contenuti è proprio il punto di forza del web in quanto permette di allargare la rete dei propri contatti mettendo a disposizione le proprie competenze all’interno di una comunità.

Questo meccanismo consente di far acquisire credibilità e migliorare il proprio personal branding mettendo in evidenza tutto il potenziale e aumentando quindi le possibilità di essere notati da cacciatori di teste che cercano talenti in rete da proporre alle aziende.

Fonte: Jobmeeting

Se vuoi aggiornamenti su Personal branding: come farsi trovare in Rete inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Tag: trovare lavoro
Oroscopo
  • Oroscopo Ariete
  • Oroscopo Toro
  • Oroscopo Gemelli
  • Oroscopo Cancro
  • Oroscopo Leone
  • Oroscopo Vergine
  • Oroscopo Bilancia
  • Oroscopo Scorpione
  • Oroscopo Sagittario
  • Oroscopo Capricorno
  • Oroscopo Acquario
  • Oroscopo Pesci