È quasi tutto pronto per la 68esima edizione degli Internazionali d’Italia, il prestigioso torneo che fa parte dei circuiti ATP e WTA e che ogni anno richiama su Roma l’attenzione degli appassionati di tennis e di tanti sportivi in generale.

Un evento di prestigio per lo sport italiano, che però da troppo tempo non vede brillare i colori azzurri, con il tennis maschile alle prese con una profonda crisi da cui sembra incapace di uscire in tempi relativamente brevi, mentre maggiori possibilità di arrivare fino in fondo provengono dal settore femminile, che proprio negli ultimi mesi sta dimostrando di essere competitivo ad alti livelli e che ha in Flavia Pennetta e Francesca Schiavone le punte di diamante.

Galleria di immagini: Flavia Pennetta

E proprio riferendosi alle due tenniste ha parlato il presidente del CONI, Gianni Petrucci, a margine della presentazione dell’edizione 2011 degli Internazionali:

Sono molto soddisfatto per il lavoro e il successo che sta ottenendo la Federtennis. La riprova è nell’aumento di tesserati che da 130mila sono passati a 280mila. Secondo me questa edizione degli Internazionali sarà la più bella di tutti i tempi. Il mio sogno sarebbe una finale Pennetta-Schiavone.

Vedere una finale tutta italiana tra le nostre due migliori tenniste sarebbe forse un po’ il sogno di tutti i tifosi, i quali, per l’edizione 2011, saranno chiamati a una “full immersion” nella settimana che va dal 7 al 15 maggio, in quanto dopo 33 anni si è scelto di ritornare alla formula “combined event”, che vede in campo tutti gli atleti iscritti contemporaneamente e non, come accaduto fino all’anno scorso, con il torneo femminile iniziato nella seconda settimana, esattamente dopo la conclusione di quello maschile.

Per gli organizzatori la minor durata complessiva e la conseguente concentrazione di eventi in pochissimi giorni dovrebbe favorire l’interesse del pubblico, soprattutto di quello più giovane, per il quale la formula scelta rappresenta una novità.