Fra i tanti termini in inglese che popolano il vocabolario del sesso c’è anche la parola petting. Nonostante possa sembrare un termine che nasconda chissà quali pratiche, in realtà racchiude in sé, molto semplicemente, tutte quelle carezze, quei baci e quelle coccole che le coppie si scambiano, in genere, prima di arrivare al rapporto sessuale vero e proprio.

Petting in inglese significa appunto “carezzare un animale domestico” ma il suo significato è stato esteso anche alle coccole fra esseri umani e nel sesso indica appunto tutte le pratiche che fanno parte dei preliminari. Il petting rappresenta anche il primo approccio sessuale fra due persone e non di rado è una sorta di primaria conoscenza che si porta avanti per qualche tempo, in attesa di passare al rapporto più intimo. Ci si esplora, si capisce se si può e si vuole andare oltre: il petting serve anche a questo.

In realtà questa pratica sessuale può spingersi anche piuttosto oltre le semplici coccole e carezze. Non di rado il petting si trasforma in baci spinti e sesso orale ma resta appunto tale finché non avviene la penetrazione vera e propria. Il suo scopo, in questo caso, è quello di far salire il livello di eccitazione dei partner, contribuendo all’erezione nell’uomo e alla lubrificazione vaginale nella donna.

I rischi del petting

Bisogna prestare molta attenzione al petting e questo per una semplice ragione: molto spesso si crede che non possano esistere pericoli se non avviene la penetrazione e non si consuma un rapporto sessuale. Questo non è del tutto vero perché anche quando ci si limita soltanto a praticare petting non si resta immuni da possibili gravidanze e dalla diffusione di malattie sessualmente trasmissibili. Se l’uomo non indossa il preservativo ed eiacula, ad esempio, attraverso le dita sporche di sperma oppure avvicinando le parti intime l’una all’altra potrebbe esservi il rischio di gravidanza. Il rischio non è alto ma non è neppure nullo, per cui occorre prestare attenzione.

Stesso discorso vale anche per le malattie sessualmente trasmissibili. Infezioni da funghi e infezioni da papilloma virus possono essere contratte anche limitandosi al solo petting. Ragion per cui la prima regola in assoluto resta quella di osservare sempre le più comuni regole di igiene.

Infine arriviamo al capitolo petting e verginità. Anche in questo caso occorre chiarire che il fatto di non arrivare ad un rapporto sessuale completo – con penetrazione – non assicura la preservazione della verginità: l’imene si trova a circa tre centimetri di profondità e manovre molto brusche con le dita potrebbero ad esempio provocarne la lacerazione.