Curiosità dai rigidi tedeschi: un agricoltore si è trovato di fronte una piantagione di più di un migliaio di piante di cannabis perfettamente cresciute nel proprio terreno al posto dei girasole che credeva aver piantato. E dice che non l’aveva nemmeno riconosciuta. Possibile o ci fosse lo zampino di un qualche giovane parente?

A Moembris, nella regione bavarese della Germania, un coltivatore di 74 anni si è ritrovato di fronte la polizia tedesca che gli ha ingiunto di distruggere il campo di cannabis. Secondo la NBC il signore, le cui generalità non sono state diffuse, deve averli accolti con certo stupore, ma molta gentilezza.

A chiamare la polizia erano stati i vicini che si aspettavano il solito campo di patate, e non la cannabis che loro dovevano invece aver riconosciuto. L’agricoltore ha dichiarato di aver seminato mezzo sacco di quelli che pensavano essere semi per uccelli, ed era rimasto molto stupito dall’improvvisa crescita delle piantine, alcune arrivavano già a 3 metri, ma non aveva idea che si trattasse proprio della sostanza in questione:

«Il signore amichevole e anziano era sorpreso delle strane piante cresciute accanto ai fiori ma non le aveva identificate come piante di cannabis. L’agricoltore ha subito solcato il terreno con l’aratro sotto l’occhio attento della polizia.»

Sempre secondo la polizia, le piantine in questione non erano ancora pronte per essere consumate, ma il povero agricoltore dovrà comunque passare di fronte a qualche avvocato. Le domande che a questo punto qualcuno si starà sicuramente ponendo sono almeno due: il 74enne, casomai non stesse fingendo, aveva qualche figlio o nipote più interessato alla piantina? E l’altra metà del sacco che fine ha fatto?

Fonte: NBC