La festa della mamma appare sempre una festa commerciale. Come fare allora per far comprendere alla nostra mamma che le vogliamo bene, al di là di darle un regalo che si acquista in un negozio? Semplice, lasciandola in poltrona e in pantofole almeno un giorno e cucinando noi. Certo, se non siamo brave in cucina, meglio fare questo solo un giorno all’anno, ma se siamo abbastanza esperte potremmo pensare di festeggiare in questo modo la nostra mamma più volte nel corso dell’anno.

Qui però vogliamo dare qualche consiglio, facile ed economico, per dei piatti da realizzare appositamente per la festa della mamma, che si possano realizzare in casa con poco sforzo e poca spesa, insomma per le principianti in cucina. Naturalmente, un pranzo che si rispetti, soprattutto la domenica, giorno in cui cade la festa della mamma, deve essere composto da antipasto, primo, secondo, frutta e dolce.

Galleria di immagini: Piatti per la festa della mamma

Un antipasto siamo tutte in grado di prepararlo: puntiamo sulla scenografia e sul gusto, più che sulle ricette complicate. Per esempio, si possono preparare degli spiedini di pomodori ciliegino, ripieni con formaggio spalmabile in cui abbiamo mescolato della rucola tritata e intermezzati con wurstel o dadini di emmenthal. Prosciutto e melone possono essere il degno coronamento di questo antipasto leggero e saporito.

Per quanto riguarda il primo, sperando che il giorno della festa della mamma faccia caldo, si può preparare una bella insalata di riso. Ricordate che a dare il sapore all’insalata di riso sono per lo più il tonno in scatola e l’emmenthal, ma non devono mancare neppure carote e rape sottaceto, pomodori, rucola, olive verdi e nere e magari prosciutto cotto a dadini, oltre che tutto ciò che vi viene in mente, dai carciofi ai funghi sottolio ai capperi, ai peperoni. Se dovesse far freddo, si può preparare un po’ di cous cous caldo. Certo, non ci si aspetta di seguire le migliori ricette marocchine, ma basta considerare il cous cous come una base, in cui mescolare tanti cibi saltati nell’olio: provate con peperoni, melanzane e straccetti di pollo, il sugo che ne vien fuori è straordinario. Buttateci dentro delle spezie: consigliate caldamente peperoncino, erba cipollina e giardiniera piccante.

Per quanto riguarda il secondo, la questione diventa più complicata. Le ricette per la carne o per il pesce sono sempre molto composite, soprattutto per quello che riguarda i condimenti. Nei supermercati però è in vendita del pesce al naturale precotto, come lo sgombro, che si può accompagnare con un filo d’olio, sale e pepe e un’allegra insalata russa, che preparerete mescolando maionese, piselli in scatola con carote e patate a dadini dopo che sono state lessate.

Siamo alla frutta: una macedonia fa uscire chiunque dall’impasse. A maggio, quando cade la festa della mamma, ci sono ottime fragole e ciliegie di stagione, ma non possono mancare banane e kiwi, che riequilibrino la troppa dolcezza. Per fare i sentimentali, si può usare un frutto chiamato carambola, in vendita nei migliori supermercati, la cui sezione trasversale ha l’aspetto di una stella: non è un gran sapore deciso ma l’aspetto è buono. Aggiungere zucchero secondo le quantità e un filo di rum oppure limoncello, se ne avete di fatto in casa.

Il dolce, infine, deve venire dal cuore. Procuratevi uno stampo a forma di cuore e preparate della panna cotta, del creme caramel o del budino alla vaniglia o al cioccolato. In tutti i supermercati troverete tantissime varietà di preparati per realizzarlo, ma ricordate una cosa: questi dolci vanno conservati a lungo in frigo, altrimenti, girandoli, rischierete l’inevitabile afflosciamento.