Il piercing alla lingua è una moda che, da un decennio a questa parte, ha interessato moltissime donne. Il piercing alla lingua, oltre ad essere un prezioso arricchimento estetico che non deturpa i lineamenti del viso, può diventare un ottimo strumento di conquista e, senza mezzi termini, un piacevole divertimento erotico.

Tralasciando quest’ultimo aspetto, fare il piercing alla lingua, significa comprenderne, prima di tutto, gli oneri che esso comporta nel primo periodo (una volta cicatrizzato, invece, tutto tornerà nella norma):

  • è importantissimo smettere di fumare (e ciò potrebbe essere anche un punto di forza!!!), in quanto il fumo potrebbe causare il rigetto del piercing
  • rinunciare ad alcune pietanze, soprattutto quelle solide, che potrebbero infastidire – in infettare – l’asta posizionata nella lingua
  • cercare di ridurre il consumo di alcolici in quanto vaso dilatatore e quindi nemico della cicatrizzazione

Una volta che si è pronte, è fondamentale la ricerca di un piercier che faccia il proprio lavoro in sicurezza e in una condizione igienica accettabile. Ma quali sono i modi per capire se uno studio (sono sconsigliate le persone che lo fanno a casa) è o non sicuro?

Ecco alcuni consigli per fare il piercing alla lingua in sicurezza.

  1. Ordine e Pulizia: anche se apparentemente sciocca come affermazione, l’ordine e la pulizia sono le caratteristiche che devono far scattare il campanello di allarme.
  2. Odore: uno studio che si rispetti deve avere un odore che rievoca quello degli ospedali, dove prevale il tanfo di alcool o di disinfettante.
  3. Illuminazione: affinché possa essere definito “professionale”, uno studio dovrà essere dotato di un sistema di illuminazione funzionale al tipo di attività che svolge. Pertanto, sono sconsigliate le persone che lavorano in laboratori dalla luce soffusa o colorata.
  4. Spazi: per le norme di igiene è importante che lo studio si presenti con spazi separati, da una parte la reception e la cassa, dall’altra la sala nella quale sarà realizzato il piercing.
  5. Guanti e strumenti impacchettati: per norma, i piercier dovrebbero scartare davanti ad ogni persona gli strumenti che saranno usati per realizzare il piercing. Se ciò non dovesse accadere, potrebbe significare che quello stesso accessorio potrebbe essere stato utilizzato più volte.
  6. Conoscere il piercier: un piercier per amico è meglio di conoscere miliardi di persone. Conoscere e sapere che persona si ha davanti, scambiando due battute il giorno della prenotazione e poi poco prima del piercing alla lingua, può aiutare. Inoltre, il vero piercier informa ogni cliente di ciò che la persona dovrà fare non appena realizzato il piercing.