Mancano ancora pochi giorni al matrimonio più atteso dell’anno: il 25 luglio, infatti, Pierre Casiraghi e Beatrice Borromeo convoleranno a nozze e i più curiosi sono alla costante ricerca di qualche nuovo dettaglio riguardo la cerimonia.

Questa volta, infatti, tocca al menu di quello che si prevede sarà un semplice ricevimento: a svelare i dettagli è stato il Principe Alberto, solitamente riservato ma che in questo caso non ha saputo trattenersi. Lo zio di Pierre Casiraghi, infatti, e coinvolto personalmente nell’organizzazione delle nozze del suo tanto affezionato nipote.

Per questo motivo ha svelato al magazine People di aver organizzato un “cavagnëtu” il quale sarebbe “l’equivalente del picnic monegasco, anche se non avremo né panini né hamburger tantomeno hot dog”, aggiungendo “però, forse potrebbero esserci degli hot dog”. Seguendo le volontà degli sposini, continua “sarà un garden party estivo, con qualcosa come dei finger food per pranzo. Ci saranno anche dei tavoli per buffet e bevande, come anche dei posti in cui gli ospiti potranno sedersi e sarà prevalentemente tutto informale”.

Non mancheranno anche delle attività di intrattenimento degli ospiti che addirittura dovrebbero essere circa 700: a riguardo il principe si è sbottonato ulteriormente rivelando “ci saranno balli folkloristici, musica e giocheremo a bocce. Sarà una festa semplice e io farò un brindisi: prometto di non dilungarmi e annoiare tutti dando l’impressione che duri all’infinito. Certo sarà difficile perché io voglio molto bene a Pierre e Beatrice”.

Una cerimonia “informale” per unirsi alle radici dello stesso Pierre: come dichiarato da una fonte, infatti, lo stesso “Voleva un matrimonio che gli ricordasse la sua infanzia condividendolo con sua moglie”.

Per il grande evento, ovviamente, saranno eseguite due cerimonie:  la prima del 25 luglio con rito civile che verrà celebrata Principato di Monaco mentre la cerimonia religiosa si terrà alle Isole Borromee il 1° agosto: se per il matrimonio civile sarà all’insegna della semplicità con molta probabilità non sarà lo stesso per quello religioso nelle isole possedute dalla famiglia della sposina.