Pietro Valsecchi, fondatore della Taodue, annuncia che nei suoi prossimi progetti c’è anche una fiction sul clan dei Casalesi. In un’intervista al sito QuiMediaset, il produttore ha parlato di volere ripetere l’esperienza vissuta con “Il Capo dei Capi”, che guadagnò più volte il 30% di share televisivo:

Farò una serie sul clan dei Casalesi, sullo stile de “Il Capo dei Capi”

Sarà quindi un modo di riproporre la cronaca che tanto prende spazio sulle testate giornalistiche, un po’ come fece il film “Gomorra” di Matteo Garrone, che fu un ottimo trampolino di lancio per l’omonimo romanzo dello scrittore Roberto Saviano.

La nuova serie potrebbe però rischiare di non avere così tanto successo, come è stato per la fiction “Crimini Bianchi”. La trama ruotava attorno ai casi di malasanità in Italia e le puntate della serie non hanno mai superato il 15% di share:

Con “Crimini Bianchi” ho osato troppo. In Italia non bisogna toccare santi, papi e medici.

A ogni modo, pare che con la seconda stagione della serie “Squadra antimafia – Palermo oggi” Valsecchi stia riacquistando fiducia in sé stesso. Per questo motivo, il produttore non ha perso occasione per ringraziare le persone che hanno sempre creduto in lui, tra le quali ha nominato in particolar modo Pier Silvio Berlusconi.