L’organismo della donna in attesa è soggetto a diversi cambiamenti anche per quanto riguarda la funzione intestinale, a causa di alcuni ormoni tipici della gravidanza.

Non è una patologia, attenzione, è soltanto un fenomeno transitorio, normale in questo particolare periodo della sua vita: le contrazioni dell’intestino si rallentano e di conseguenza si verifica un’evacuazione irregolare delle feci, provocando quel fenomeno che si chiama stitichezza. Ma la causa può essere anche un’altra: un’alimentazione inadeguata, con carenza di acqua e di fibre, che non favorisce certo i normali movimenti dell’intestino.

Ma è da considerare anche il fatto che il pancione comprime l’intestino e ne ostacola il regolare funzionamento. Comunque, qualunque sia le motivazione, è opportuno non ricorrere a lassativi vari per stimolare l’intestino, anzitutto perché possono generare dipendenza e in secondo luogo perché possono provocare modificazioni delle condizioni dell’intestino con danni abbastanza seri.

Molte volte, la stitichezza può provocare dolori addominali e favorire anche la formazione di emorroidi, che sono peraltro dolorose. In ogni caso, solo su consiglio del ginecologo, si possono eventualmente assumere dei prodotti che favoriscano la motilità intestinale. È preferibile intervenire subito con un’alimentazione adeguata, mediante cibi ricchi di fibre, bevendo intanto molta acqua e…facendo molto movimento.

Per quanto riguarda l’alimentazione, sono consigliabili cibi integrali, anche pane e pasta. Particolarmente indicati i legumi, cavoli, carciofi, barbabietole, finocchi, spinaci, carote, zucca, lattuga, melanzane, albicocche, prugne, fichi, mele, kiwi, ananas. Per il buon funzionamento dell’intestino sono ottime le insalate miste con verdure e ortaggi ricchi di fibre. È anche bene sostituire talvolta alla carne i legumi, soprattutto ceci e lenticchie che sono ricchi di ferro e proteine e mangiare la frutta con la buccia dopo averla ben lavata, naturalmente.

Da limitare latte, latticini e cibi salati che trattengono acqua. Da evitare crostacei, cacao, spezie e cibi piccanti, vino rosso e birra in caso di episodi di emorroidi.

Anche i liquidi favoriscono la motilità intestinale: tanta acqua, ma anche spremute, tisane e tè in quantità moderata. Particolarmente indicati in gravidanza gli infusi di timo e tiglio, da acquistare in erboristeria.

Dulcis in fundo e importantissimo il movimento, anche mediante una semplice passeggiata. Se si vuole fare sport, gli sport è più adatti alla donna in attesa sono il nuoto, lo stretching e lo yoga: sono di grande aiuto, ma non richiedono un elevato sforzo fisico.