Pilates per tonificarsi, mantenere una linea agile e snella, irrobustire i muscoli e combattere dolori causati da una postura scorretta. Tanti benefici in una sola attività fisica, vediamo come praticarla.

Reso universalmente noto dalla popstar Madonna, il pilates si fonda sulla respirazione, un po’ come accade nello yoga, la quale deve essere controllata e sincronizzata agli esercizi. La corretta respirazione infatti aiuta nell’esecuzione dell’esercizio e il pilates punta a questo risultato attraverso una grande espansione del petto e respiri molto lunghi seguiti dall’espulsione completa dell’aria dai polmoni. Durante questa fase di espirazione si contraggono gli addominali e si svuota la pancia.

Il pilates inoltre aiuta a combattere i dolori alla schiena in quanto si basa su movimenti controllati da effettuarsi con concentrazione e attraverso i quali tutti i muscoli vengono sollecitati e tonificati ma senza gli eccessi del body building o di altre discipline ad alto impatto.

L’ideale sarebbe abbinare all’attività di pilates da svolgersi una o due volte alla settimana, un’altra seduta di esercizi cardiofitness in modo da ottenere dei risultati completi sia a livello fisico che cardiaco.

Glutei, addominali e gran dorsali sono le fasce muscolari più sollecitate dal pilates che ha anche il pregio di lavorare sui muscoli più piccoli e più deboli. Vediamo qualche esercizio da poter fare anche a casa.

Primo esercizio. Stendersi in posizione supina con le braccia lungo i fianchi, le gambe divaricate e i piedi appoggiati in terra. Inspirare profondamente, poi espirare staccando la schiena dal pavimento e sollevando contemporaneamente i glutei. Gli addominali si contraggono e i piedi sono ben piantati a terra. Inspirare di nuovo e questa volta nella fase di espirazione tornare alla posizione di partenza. Ripetere 10 volte, aumentando le ripetizioni giorno per giorno fino ad arrivare a 30.

Secondo esercizio: si parte dalla stessa posizione di quello precedente, poi si alza la schiena a ponte mentre si espira. Poggiare le mani sui fianchi tenendo i gomiti a terra e inspirare. Espirare ancora e sollevare la gamba destra prima flessa a 90 gradi, e poi in alto verso il soffitto. Inspirare. Espirare mentre si fa scendere la gamba fino all’altezza di circa 10 centimetri da terra. Ripetere il movimento per 7, 8 volte rispettando la respirazione, poi eseguire di nuovo l’esercizio con l’altra gamba.

Terzo esercizio. Sdraiate a terra a pancia in giù, con i gomiti poggiati sul pavimento e il corpo sollevato sugli avambracci. Dita ben strette e ginocchia in estensione. Inspirando piegare il ginocchio portando il tallone verso il gluteo e molleggiare 2 volte. Espirando distendere la gamba. Ripetere l’esercizio con l’altra gamba. Eseguire 7, 8 ripetizioni dell’esercizio.

Fonte: Melarossa.