Ogni bambino, prima o poi, attraversa una fase della sua vita in cui si sente frustrato perché non riesce a farsi capire o accettare. La cosa più importante è farlo sentire amato. Molti genitori vorrebbero che i propri figli fossero bravi, educati e gentili. Perciò non c’è da stupirsi che per loro sia uno shock scoprire che il proprio bambino può trasformarsi un una piccola peste, discola, capricciosa, disobbediente e aggressiva.

Allo stesso modo, un bambino che rispetto ad altri della sua stessa età risulta pieno di paure ed incertezze può rappresentare una preoccupazione per i propri genitori. Proprio come ogni genitore, nessun bambino è perfetto e tutti i bambini prima o poi sbagliano o hanno un comportamento difficile. Spesso un comportamento accettato in una famiglia può non essere tollerato in un’altra.

È importante porre dei limiti

Ricordati sempre che non c’è un solo modo giusto per crescere un figlio. Inoltre, è normale che un bambino ti spinga ai limiti della sopportazione o che attraversi un momento difficile nel corso del quale sarà particolarmente intrattabile. È necessario, però, che ad ogni bambino vengano imposti dei limiti comportamentali che gli serviranno in futuro per imparare le regole d’interazione con gli altri.

Un bambino che non coopera e che è fisicamente aggressivo, che non riesce a stare in mezzo agli altri bambini e a controllarsi diventa ben presto impopolare e rimane isolato. La situazione con il tempo può anche peggiorare a causa dell’isolamento che lo fa sentire respinto e diverso dagli altri. La personalità e il temperamento di un bambino sono componenti fondamentali che influiscono sul comportamento e dai quali dipende il modo di gestirlo. Alcuni bambini sono socievoli e dal carattere arrendevole, mentre altri sono iperattivi e non stanno mai fermi.

Ogni bambino ha il suo carattere.

Comunque, devi sapere che, a volte, se il tuo bambino è nervoso, potrebbe dipendere anche da te. Infatti, lui risente del tuo stato d’animo: anche se sei nervosa cerca di tenere sotto controllo il tuo stress! È una raccomandazione che facciamo sempre, in ogni caso, perché il comportamento dei genitori influisce molto su eventuali reazioni negative del bambino.