Il noto regista Guillermo del Toro (“Il labirinto del fauno”, “Hellboy I-II”) riporterà sul grande schermo “Pinocchio“, la famosa favola di Collodi. Il film sarà in 3D e utilizzerà la tecnica dello stop motion.

Del Toro produrrà il film insieme alla Jim Henson Company, mentre la sceneggiatura sarà affidata a Matthew Robbins. Diretto da Gris Grimly e Mark Gustafson, la pellicola si baserà proprio su una serie di illustrazioni realizzate nel 2002 da Grimly sulla fiaba.

Galleria di immagini: Guillermo Del Toro, Pinocchio

“Pinocchio 2012″ non sarà l’ennesimo adattamento cinematografico dell’omonima favola, bensì avrà dei toni molto dark e surreali. Così Del Toro ha spiegato il suo progetto:

“C’è sempre un lato oscuro nelle favole o nei racconti per bambini, qualcosa che i fratelli Grimm, Hans Christian Anderson e la Walt Disney hanno capito da tempo. Quello che vorrei fare è raccontare Pinocchio in modo molto più forte rispetto a quanto ha fatto Collodi. Qualcosa di più surreale e dark di quanto abbiamo visto finora”.

Il primo film d’animazione su “Pinocchio” è stato prodotto dalla Walt Disney nel 1940. Da allora, il famoso burattino è comparso, sia sul grande che sul piccolo schermo, in svariati film come quello di Roberto Benigni del 2002.

Il regista, qui in veste di produttore, avrebbe scelto proprio il noto burattino-bambino di Collodi perché:

“È un personaggio molto importante, la cui innocenza e purezza gli permettono di sopravvivere a quel panorama tetro, pieno di corruzione e violenza, che lo circonda. Riesce a emergere dall’oscurità con l’anima intatta”.

Il film dovrebbe arrivare nelle sale cinematografiche nel 2012.