Nonostante il record di ascolti raggiunto, pare che la miniserie TV “Pinocchio” non sia piaciuta proprio a tutti.

Probabilmente, per coloro che hanno avuto il piacere di guardare il serie TV “Le avventure di Pinocchio” di Luigi Comencini, la nuova serie non riesce neanche a reggere il confronto.

La maggior parte dei telespettatori obietta che, all’epoca, gli attori erano tutti grandissimi artisti e quasi tutti italiani: Nino Manfredi, Vittorio De Sica, Gina Lollobrigida, Franco e Ciccio nel ruolo del Gatto e la Volpe, Ugo D’Alessio, Mario Adorf e tanti altri.

Messe da parte le critiche negative, quel che conta sono i numeri: 7.484.000 spettatori hanno guardato la prima puntata della miniserie, raggiungendo uno share pari al 26,39%, mentre 7.723.000 sono stati gli spettatori della seconda puntata, che col 31,79% di share ha addirittura superato quello del Grande Fratello.

Ieri sera poi, al Chiambretti Night, Piero Chiambretti ha dichiarato al pubblico che a lui sarebbe dovuta spettare la parte del Grillo Parlante nel nuovo sceneggiato Rai.

Infatti la Lux Vide, società produttrice della serie, lo contattò tempo fa per proporgli il ruolo che è stato successivamente assegnato a Luciana Littizzetto. Ad ogni modo, il conduttore spiega che avrebbe comunque rifiutato:

All’epoca il regista doveva essere l’amico Alessandro D’Alatri, poi venne cambiato. Rifiutai comunque la proposta, non mi sentivo adatto, in quanto sono convinto che uno debba fare bene quello sa fare.

Insomma, commenti negativi o positivi e gossip a parte, pare che la grande storia del piccolo burattino di legno riesca ancora a colpire il cuore di tutti gli italiani.