All’epoca del matrimonio di Kate, aveva colpito quasi più della sposa Pippa Middleton per via di quel lato B ben tornito, da quel momento è stata seguita in qualsiasi posto dai gossippari, non sempre il suo comportamento è stato dei più regali, o meglio da imparentata con la famiglia reale. Ed anche questa volta la cognata del principe William è protagonista di un incidente diplomatico, che mette in difficoltà anche la famiglia reale.

Pippa Middleton è stata, infatti, fermata a Parigi e sarà probabilmente interrogata dalla polizia parigina. Tutto sucede sabato, lei si trovata a Parigi per festeggiare il compleanno del suo amico Visconte Arthur de Soultrait, stilista e imprenditore di successo. Una festa in costume nella capitale francese che finisce alle sei del mattino. Lei sale in macchina con il visconte, suo fratello Marcy e questo amico sconosciuto che conduceva l’Audi coupé sportiva sulla quale viaggiavano.

La destinazione era la Gare du Nord, Pippa Middleton avrebbe dovuto prendere l’Eurostar per far ritorno a casa. Si accorgono di essere inseguiti e, infastiditi dal pedinamento, l’amico tira fuori una pistola e la punta sugli inseguitori. Lei appare divertita, stando alle foto riportate dal Daily Mail, si scopre poi essere una pistola giocattolo.

Un testimone, dopo aver ripreso la scena, va a denunciare l’accaduto, sono tutti mortificati ma resta il fatto che se la polizia dovesse ritenere le prove sufficienti, potrebbe avviarsi un procedimento penale, se Pippa Middleton dovesse risultare coinvolta, potrebbe essere perseguita per uso illegale di un’arma in pubblico. In Francia le leggi sono molto severe, si rischiano fino a sette anni di carcere, nell’ipotesi di una pistola vera, la condanna si alleggerirebbe se risultasse una pistola giocattolo, ma restano sempre due anni di condanna.

Imbarazzo per la sorella della duchessa di Cambridge nonchè cognata del principe erede al trono, l’ufficio stampa della casa reale si limita a riferire che si tratta di un fatto privato, Pippa Middleton è una suddita come tante, dunque, niente a che vedere con la famiglia reale.