Pippa Middleton ha scritto un libro e non è stato esattamente un successo come ci si aspettava. Celebrate doveva essere una sorta di manuale per feste perfette in cui la sorella della duchessa di Cambridge raccoglieva decorazioni, piatti preferiti e bon ton, ma ai lettori non è piaciuto affatto. Per non parlare della critica.

Galleria di immagini: Pippa Middleton

La critica ha infatti definito il libro di Pippa Middleton una summa di ovvietà. La casa editrice Penguin però l’ha pagata profumatamente: si parla di diritti d’autore liquidati in 400.000 sterline, una cifra da far girare la testa nel campo dell’editoria. Peccato però che quei soldi non siano rientrati all’editore, che ha venduto solo duemila copie e ha dovuto dimezzare il prezzo di copertina da 25 a 12,5 sterline.

Pippa Middleton si augurava una carriera di scrittrice, ma appare evidente come i suoi sogni di gloria sono stati troncati sul nascere e per ora dovrà vivere solo di celebrità riflessa, quella dell’essere imparentata per matrimonio con un membro della casa reale di Sua Maestà britannica.

A volte le case editrici puntano su nomi nuovi, ritenendo che le vendite siano trainate solo dalla notorietà di chi scrive. Ma non è così. Ci sono altri precedenti eccellenti nel mondo VIP, come per il libro autobiografico di Wayne Rooney sui suoi 10 anni nella Premier League, che ha venduto solo seimila copie e un volume sulla paternità realizzato dall’attore Alec Baldwin. A lui è andata decisamente peggio che a Pippa: ha venduto solo 12 copie.

Fonte: AGI.