Pochi giorni fa, Pippo Baudo aveva dichiarato di non voler partecipare al Festival di Sanremo perché si sentiva messo da parte dalla Rai. In particolare, si è sentito offeso perché l’azienda non l’ha contattato per condurre la kermesse e si è rivolta ad altri presentatori.

Oggi però è arrivata la smentita. Lo stesso Pippo ha dichiarato di sentirsi pronto per il Festival e che accetterebbe di buon grado qualora vi fosse una convocazione ufficiale:

Sanremo non l’ho cercato quest’anno ma se mi chiamano ci vado. La Rai ha creduto che non avessi i titoli ma li ho.

Insomma, un cambiamento di posizione quasi repentino. Probabilmente, Pippo Baudo ha deciso di mettere da parte l’orgoglio pur di non perdere un posto di rilievo in televisione.

Durante l’estate, il conduttore si è sentito abbandonato da Mamma Rai e pensava di aver chiuso col mondo della televisione. Per fortuna, gli è stata concessa l’occasione di condurre “Novecento“, il nuovo programma di Rai Tre:

Quest’estate pensavo di aver chiuso con la Rai, in quel periodo di amarezza l’unica cosa bella è stata la nascita dei miei nipoti. Ho chiesto asilo a Rai Tre e per fortuna firmerò un contratto biennale che mi lega alle tre reti, che moralmente ho già firmato.

Sono già stati messi in cantiere progetti per il prossimo gennaio: all’inizio del 2011, Baudo parteciperà ad un programma con Bruno Vespa. Il tema centrale della trasmissione sarà dedicato all’Unità d’Italia:

A metà gennaio parte un programma con Vespa che andrà su Rai Uno per sei serate in prime time sull’Unità d’Italia. Sono affezionato alla Rai e quello che mi fa soffrire è che l’azienda sottovaluti il mio amore, non voglio finire nel dimenticatoio.