L’ultima puntata dello show settimanale dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia sembra essere finita male per Bruno Vespa e Pippo Baudo. In un clima di tensione, dovuto ai pessimi risultati negli ascolti della scorsa settimana, sembra che il giornalista di “Porta a Porta” abbia abbandonato la trasmissione durante il suo svolgimento.

La motivazione principale pare essere una fotografia di Michele Santoro apparsa sul megaschermo in diretta TV: il conduttore di Annozero era stato annoverato tra i nomi di coloro che hanno reso grande la Rai, ma la cosa sembra non essere andata a genio allo scrittore aquilano.

Galleria di immagini: Bruno Vespa

A sua discolpa, Vespa avrebbe dichiarato alla stampa di non aver mai abbandonato il programma, ma semplicemente essersi innervosito dall’ingiusto comportamento degli autori, i quali avrebbero lasciato intendere al pubblico che il giornalismo italiano era rappresentato solo e soltanto da Santoro:

“Quando ho visto che la storia del giornalismo Rai era incarnata dal solo Michele Santoro l’ho considerato un gravissimo errore prima che una stupida provocazione. Non ho mai lesinato a Santoro complimenti professionali pur dissentendo radicalmente da tante sue scelte, ma la storia del giornalismo in Rai è fatta anche da Sergio Zavoli, Piero Angela, Tito Stagno, Paolo Frajese. Se Santoro fosse stato inserito in quel gruppo, non avrei avuto nulla da obiettare. E poiché avevamo già largamente sforato ho deciso di chiudere la trasmissione.”

I problemi sarebbero poi continuati con la produzione del programma in sede di riunione. Vespa avrebbe criticato l’assetto poco “storico” del programma, che rischia di essere solo uno spettacolo di varietà. Sono poi cominciate a volare parole pesanti tra Pippo Baudo e l’autore di “Porta a Porta” Claudio Donat Cattin. Quest’ultimo avrebbe insultato il conduttore catanese, tacciandolo di comportamento mafioso e per tutta risposta avrebbe quasi ricevuto uno sputo da parte di Baudo.

Alla produzione non resta che prendere provvedimenti disciplinari per i due conduttori: per Baudo una sanzione pecuniaria e un richiamo ufficiale, mentre per Vespa si prevede una multa per aver abbandonato il programma ed essere venuto meno ai doveri contrattuali.