Pitti Uomo ha celebrato, durante la cerimonia di apertura, due personaggi importanti nel mondo della moda: Burton M. Tansky e Stefano Ricci.

Burton M. Tansky ha ricevuto il premio Pitti Immagine alla Carriera 2012. Il grande conoscitore e ammiratore del Made in Italy è stato un personaggio chiave nel mondo della moda in quasi cinquant’anni di carriera. Ha ricoperto ruoli di vertice nei department stores degli Stati Uniti, è stato un punto di riferimento per i più famosi designer della moda, è stato un consigliere e un critico rigoroso.

Stefano Ricci ha ricevuto il Premio Pitti Immagine Uomo 2012. La storia della sua carriera nasce 40 anni fa, quando suo padre gli regala una Mercedes e Stefano, invece di esibirla scorrazzando per la città, la rivende e con i soldi ricavati si compra un piccolo laboratorio artigianale.

Da questo investimento nascono delle splendide cravatte che Stefano Ricci espone subito a Pitti Uomo. Oggi quel laboratorio è un’azienda solida con quasi 70 milioni di fatturato, leader nel settore di cravatte, camiceria, gioielleria e pelle.