Il pizzo ritorna in gran stile come trend di questa stagione estiva; comparso già in passerella e nei guardaroba femminili durante lo scorso anno, questo intrigante tessuto non ha alcuna intenzione di uscire di scena lasciando spazio ad altri materiali confermandosi, dopo la primavera, un must per il periodo più caldo dell’anno. La lavorazione del pizzo, definito anche come trine o merletto, risale al XV secolo, e durante tutti i secoli successivi è stato sfruttato in maniere differenti: dai centrini, agli scialle “della nonna”, fino ad arrivare a oggi, mediato in simbolo della sensualità.

Galleria di immagini: Il pizzo

Dolce & Gabbana hanno individuato e scelto questo tessuto per essere uno dei protagonisti della loro collezione estiva, sia per quanto riguarda l’abbigliamento, sia per quanto riguarda il make-up, con la Lace Collection. Nelle ultime campagne pubblicitarie l’ambientazione rimanda ad atmosfere siciliane, con donne che incarnano l’ideale della donna mediterranea vera e propria. Non a caso Monica Bellucci è stata la prescelta come testimonial del famoso brand.

Non solo bianco o nero però, il pizzo quest’anno torna anche in diverse tonalità, che sia rosso, rosa, cipria, beige, blu o verde. Miu Miu e Valentino hanno creato all’interno delle loro rispettive collezioni estive abiti e completi che non passeranno certo inosservati agli occhi delle più attente fashion-addicted. Ma non è tutto, in quanto anche il pizzo presenta il rovescio della medaglia. Se da una parte viene associato ad ideali di sensualità e femminilità, dall’altra viene messo a rappresentare il mondo del gotico. Ecco che compare quindi Alexander McQueen con le sue creazioni bizzarre e allo stesso tempo particolari, che sfruttano il pizzo in maniera diversa dalla massa.

Fonte: La Stampa