Mauro Coruzzi, meglio conosciuto come Platinette, ha parlato della sua vita sentimentale mostrando un lato di sé che i telespettatori non conoscevano.

Le storie d’amore per un personaggio televisivo sono sempre più difficili ma, per una star come Platinette, diventano quasi impossibili. In un’intervista ha dichiarato di aver avuto diverse disavventure in amore, prima è stata lasciata e poi è stata derubata dal nuovo fidanzato:

L’ultima storia importante è stata con un medico, che mi ha mollato perché l’ho reso riconoscibile nel mio libro. Dopo di lui ho avuto una storia con un elettricista di Monza, un cretino qualsiasi, però molto bello a cui piaceva baciare. Un giorno mi ha presentato il conto: dietro il suo interesse c’era in realtà un bisogno di soldi. Mi ha letteralmente rapinato.

Quando si è una presenza attiva in televisione si corre il rischio di essere avvicinati dagli altri solo per la notorietà e non per costruire un semplice rapporto d’amicizia o d’amore. Ed è proprio quello che è successo a Platinette:

Ormai, da quando sono riconoscibile, anche nei miei abiti normali, il dubbio è perenne: non so mai se l’interesse è per me o per quello che posso apportare.

La situazione, però, è quasi diventata insostenibile. Dopo aver scelto di diventare famosa, Platinette rimpiange i tempi in cui viveva nell’anonimato potendo vivere la propria vita senza essere additata dalle altre persone come si fa con un fenomeno televisivo:

Vivo uno stato di perenne di infelicità, ma quel tanto sopportabile che rende più propenso a godere della felicità quando arriva. Chi è sempre garrulo senza motivo è un idiota. Quel consenso che ho tanto desiderato ora mi pesa. Potrei continuare a lavorare, ma anche anelare a infognarmi di tortelli e salame felino con gli amici al ristorante senza avere gli occhi puntati addosso.