La Pole dance, ultima tendenza d’oltreoceano di cui vi avevamo parlato qualche tempo fa, arriva anche in Italia. In molte città italiane le palestre offrono corsi di pole dance e, a Milano, è stata aperta la prima scuola: il Milan Pole Dance Studio, fondato da Krystel Arbia. La filosofia che sta dietro a questo sport è “sexy and fit“, cioè tenersi in forma mentre si riscopre il lato sensuale di noi stesse.

La pole dance non deve essere confusa con la lap dance. Lo stesso significato delle parole è diverso: “lap” significa grembo ed è un tipo di ballo erotico dove la ballerina muove il proprio corpo in modo sensuale, stando vicinissima allo spettatore. “Pole”, invece, in inglese significa pertica, infatti durante lo spettacolo la ballerina utilizza il palo per aiutarsi nei movimenti che possono essere più o meno sensuali.

Chi l’ha provato lo trova uno sport divertente, che può essere una valida alternativa alle noiose lezioni di step o di fitness. È uno sport adatto a tutte le età e non bisogna avere un fisico scolpito per poter fare pole dance, inoltre tutte le scuole offrono corsi personalizzati a seconda del livello di preparazione.

Il Milan Pole Dance Studio, ad esempio, offre corsi di Sexy Pole: danza e spin, in cui s’impara a essere sexy come una spogliarellista. Il Flexy è per chi non è ancora abbastanza forte o flessibile per fare le mosse di Pole. Nel Sexy Chair si usa la sedia invece del palo: durante il corso vengono insegnati pezzi di una coreografia decisamente hot. Il vantaggio di questo sport è che aiuta a mantenersi in forma divertendosi e, allo stesso tempo, aiuta a farci sentire più sexy e femminili.