Proprio ieri vi avevamo informato della serata di divertimenti e follie di Miley Cyrus al Voyeur Night Club: abiti supersexy, short mozzafiato, look aggressivo da donna ormai navigata. Un piccolo particolare, però, rischia di trascinare l’ex Hannah Montana in una fitta polemica: il locale in questione è vietato ai minori.

La famosa interprete di “Can’t be tamed” raggiungerà i 18 anni il prossimo novembre, tuttavia questo traguardo è ancora ben lontano da permetterle l’entrata in questa tipologia di discoteche. Il Voyeur Night Club, infatti, è riservato agli over 21.

Proprio per questo motivo, Miley non ha consumato un solo alcolico in tutta la serata, consapevole di non avere l’età legale per farlo. Il comportamento trattenuto della diva pop, però, non l’ha salvata dalle polemiche: in molti si chiedono se basti essere una star per poter bypassare le imposizioni della legge.

La Cyrus ha trascorso tutta la sera circondata dalle proprie guardie del corpo e non è sembrata troppo preoccupata di questa piccola infrazione al regolamento del club. Allo stesso tempo, i gestori del locale si sono dichiarati ben felici di ospitarla, dato che personaggi del calibro di Miley aumentano notevolmente le quotazioni della discoteca.

Entrare in zone riservate agli adulti è sicuramente il sogno di tutti gli adolescenti e, sembra quasi inutile ribadirlo, qualsiasi teenager ha provato, almeno una volta nella propria vita, a ottenere l’accesso in questi posti proibiti. Lo stesso deve essere successo per Miley che, tuttavia, si dimentica troppo facilmente di avere costantemente telecamere e fotografi al seguito. La cantante non può essere domata, così come suggerisce un recente singolo, nemmeno la legge riuscirà a calmarla?