Manca poco più di un mese all’apertura della Milano Fashion Week, uno degli appuntamenti più attesi di tutto l’autunno meneghino.

Una settimana in cui la città sarà presa d’assalto da modelle, buyers e giornalisti che parteciperanno in massa alle tantissime sfilate già in programma.

Quest’anno, infatti, la Settimana della Moda di Milano, n cui le maggiori griffe internazionali presenteranno le nuove collezioni per la stagione primavera estate del 2013, prevede un calendario fitto di sfilate: in programma ci sono almeno 170 eventi ufficiali, ai quali parteciperanno nomi come ArmaniDolce e GabbanaGucciRoccobaroccoVersace.

Ma già c’è aria di polemica. Le date delle Fashion Week, che si tengono anche a Londra, Parigi e New York, quest’anno non sono solo molto vicine tra di loro ma a volte si accavallano. Ed è il caso di Milano e Parigi: la prima finisce il 25 di settembre, stesso giorno in cui ha inizio anche l’evento parigino.

E gli stilisti hanno cercato di concentrare le loro presentazioni nei primi giorni della Settimana di Milano, spaventati dal fatto che sia la stampa che i compratori potessero lasciare la città per correre a Parigi.

Il primo a rimanere deluso è stato Jil Sanders che dovrà presentare la sua nuova collezione fuori calendario non avendo trovato spazio nei primi giorni della manifestazione.