Paranormal Activity” continua a far parlare di sé dopo aver fatto discutere prima dell’uscita nelle nostre sale, a causa delle terrorizzanti dichiarazioni rilasciate da Steven Spielberg che trovava il film di Peli letteralmente agghiacciante. Ora è il turno del presidente della Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza Alessandra Mussolini, che vorrebbe vedere il film bollato con il divieto ai minori di diciotto anni.

La polemica sarebbe nata a causa di alcuni attacchi di panico che si sarebbero manifestati durante la visione del film, queste sono le dichiarazioni della Mussolini:

È un film ad alto contenuto ansiogeno che sta provocando numerosi casi di attacchi di panico. È difficile comprendere per quale motivo la commissione Censura non abbia provveduto a vietarlo ai minori.

Ad appoggiare la Mussolini in queste ore ci sarebbe anche la Codacons, che incrementa addirittura la dose di polemiche ammettendo che, tutti gli spettatori minorenni che in questi giorni hanno avuto problemi durante la visione di “Paranormal Activity”, potrebbero richiedere un risarcimento per i danni in Tribunale.

Il film in Italia sta incassando tantissimo, durante questo fine settimana ha superato anche gli incassi del kolossal di James Cameron “Avatar”, incassando più di 4 milioni di euro. Questo potrebbe aiutare e non poco la produzione, in caso di risarcimento della giovane generazione carica di ansia, per fortuna c’è chi ci protegge :-).