Barbara D’Urso e Gad Lerner tornano oggi in TV con i loro programmi, rispettivamente Pomeriggio 5 e L’Infedele. Si tratta di una sorta di rito annuale, che saluta l’inizio di ogni nuova stagione televisiva, e se la prima trasmissione si rivolge a un pubblico pomeridiano, affamato di un po’ di tutto dall’attualità ai sentimenti, il secondo si attesta come uno dei migliori approfondimenti giornalistici della televisione italiana.

Galleria di immagini: Barbara D'Urso

Mentre Barbara D’Urso è attesissima dal suo pubblico a Pomeriggio 5 alle 16,30 su Canale 5, per L’Infedele e Gad Lerner è stata riservata la prima serata su La7. La televisione ritorna alla normalità quindi con la solita programmazione autunnale: finite le ferie anche per i professionisti del quinto potere, si può tornare a godere di palinsesti ricchi e variegati dopo la pausa estiva.

Barbara D’Urso tornerà a interagire anche con il pubblico, che potrà parlare con lei inviandole delle mail, ma avrà anche tantissimi ospiti di tutti i generi, dalle storie di vita vera fino ai VIP che si metteranno a nudo e che forniranno testimonianze esclusive di vario genere.

Ben diversa la situazione nel salotto di Gad Lerner, che in questo momento è in attesa di passare sotto nuovo “padrone”, dato che l’emittente è in attesa di un compratore. Lerner è comunque interessato a rendere la sua trasmissione sempre più appetibile attraverso nuove inchieste su argomenti molto diversi dalla mafia alla Chiesa:

«Non so e neppure immagino chi diventerà il nuovo proprietario ma non me ne sto preoccupando più di tanto. Immagino che chi acquisterà sia interessato soprattutto al plusvalore di questa azienda: il saper fare informazione. Siamo ormai un punto fisso del mercato TV del nostro Paese. Entrarne in possesso per scompaginare, cambiare o snaturare sarebbe un peccato mortale. Io, Mentana, Santoro, Foirmigli, Nuzzi e tutti i professionisti che lavorano qui sono il valore aggiunto di una rete che si è fatta largo in una giungla quasi inaccessibile.»

Fonte: Blogosfere, La Stampa.