La festa del 25 aprile si avvicina. Giovedì prossimo, infatti, andremo a celebrare la Festa della Liberazione, per non dimenticarci del giorno nel quale per gli italiani è finita la seconda guerra mondiale… e visto che si tratta di un giorno rosso sul calendario, saremo tutti, o quasi tutti, in vacanza.

Già…ma idee? Ecco quelle scarseggiano e dipendono per lo più, come sempre, dal meteo, che quest’anno ci fa particolarmente penare, ahimé.

Ho provato a cercare sul motore di ricerga google: “cosa fare il 25 aprile” per trascorrere una giornata che sia davvero “di festa”, magari con il proprio partner, e la mia pagina è stata letteralmente invasa da siti di offerte last minute. Le località più gettonate sono le capitali europee, i week end “lunghi” al mare e le scampagnate in montagna oltre alle varie gite ai musei.

Personalmente opterei per qualcosa di più divertente come una gita a Gardaland; Cosa c’è di più bello di divertirsi e riscoprirsi bambini insieme alla propria metà? oppure un bel percorso benessere alle terme per coccolarsi e trovare uno scorcio di intimità fuori dalla snervante routine.

Anche gli agriturismi sono una meta piacevole, tempo permettendo, per godersi una giornata all’insegna del relax e in mezzo al verde approfittandone per fare passeggiate tra i boschi, magari a cavallo…davvero romantico se siete in compagnia del vostro “lui”.

Se invece siete single lo shopping con le amiche è un opzione da considerare che fa sempre bene a corpo e mente.

E poi se, e solo se, siete in possesso di un veicolo a due ruote, in modo tale da evitare code estenuanti, si può pensare ad una gita fuori porta con una bella abbuffata di pesce sulla spiaggia più vicina godendosi il tramonto (foto by InfoPhoto).

La montagna invece, che a parer mio è bella solo d’inverno, perché ci permette di sciare, di fare snowboard, pattinaggio su ghiaccio, mi dicono invece non sia da sottovalutare anche in primavera perché, con la sua temperatura mite e la sua aria fresca e pulita, ci rigenera e ci da la possibilità di rimetterci in forma per affrontare nuovamente lo stress della vita in città.

Se siete impossibilitati a muovervi fossi in voi approfitterei dell’intrattenimento culturale che ogni città italiana offre ai suoi abitanti. Tantissime sono infatti le mostre che in occasione di questi ponti di primavera rimarranno aperti: un’occasione per fare un giro in una galleria d’arte che non avete mai il tempo di visitare e che non è solo “roba” per turisti!