Quest’anno l’anniversario della Liberazione cade proprio in mezzo alla settimana, di mercoledì: non sono in molti i fortunati a poter fare le vacanze durante il lungo ponte del 25 aprile, tuttavia gli eventi e gli appuntamenti nelle grandi città come Roma, Milano, Napoli, Torino e Firenze non mancano.

Sia chi riuscirà a fare le valige per un viaggio in una delle città d’arte del Bel paese, sia chi resterà in città questi giorni, non avrà che l’imbarazzo della scelta, tra celebrazioni, concerti, mostre e fiere all’insegna del divertimento, della cultura e della primavera che è finalmente arrivata in tutta Italia.

Vediamo, allora, i consigli della redazione su cosa fare a Roma, Milano, Napoli, Torino e Firenze per il ponte del 25 aprile 2018.

Leggi anche: Le mostre da non perdere nel 2018 a Londra, Milano, Parigi e New York

Ponte del 25 aprile: cosa fare a Roma

  • Celebrazioni. Impossibile non citare le celebrazioni ufficiali, come l’omaggio del Presidente della Repubblica al Milite Ignoto presso l’Altare della Patria e quello alle vittime delle Fosse Ardeatine, ma anche la tradizionale marcia organizzata dall’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia: appuntamento per il 25 alle 9,30 in via G. Genocchi, per finire come sempre a Porta San Paolo.
  • Roma incontra il mondo. Un giro del mondo all’insegna dell’allegria, della musica, dell’enogastronomia, delle tradizioni, delle eccellenze di alcuni dei paesi più affascinanti del mondo. Potrete camminare tra le suggestive atmosfere celtiche, ballare le coinvolgenti danze irlandesi, assaporare le delizie della Spagna, ascoltare un concerto country, farvi trasportare da un sensuale ballo latino. Nuova Fiera di Roma, 25, 28, 29, 30 aprile e 1° maggio, ingresso giornaliero 12 euro.
  • Villaggio per la Terra. Ultimo giorno per visitare il Villaggio per la Terra alla Terrazza del Pincio e al Galoppatoio di Villa Borghese. Qui gli incontri dedicati agli obiettivi di sviluppo sostenibile sono animati da musica, scienza, sport, giochi, arte e talk show. Ingresso libero.

Ponte del 25 aprile: cosa fare a Milano

  • Casa della Memoria. Per il 25 aprile l’appuntamento presso la Casa della Memoria è a partire dalle 16 con la IV edizione di “Territori Resistenti”, performance teatrale ideata e organizzata dai Territori Resistenti, un progetto di connessione fra teatri e territori che coinvolge quartieri importanti per la Resistenza come Niguarda, Gorla, Chiesa Rossa, Barona. Giovedì 26 aprile, invece, alle 18.30 l’incontro “I fondamenti morali e civili della Costituzione”, relatore Armando Spataro, procuratore della Repubblica di Torino.
  • Museo Archeologico. Affascinante la mostra fotografica “Milano sepolta. Dieci anni di archeologia urbana a Milano”, aperta al pubblico fino al 13 maggio 2018. L’esposizione vuole raccontare alla collettività degli eccezionali tesori nascosti nel sottosuolo milanese, e del duro lavoro necessario a riportarli luce, tutelarli e valorizzarli. Attraverso una selezione di immagini raccolte durante gli scavi archeologici condotti nel decennio 2005-2015, la mostra si propone di rievocare la memoria di questa realtà, parte integrante dell’anima della città, prima che venga definitivamente perduta. Via Nirone 7, dalle 9 alle 17.30, ingresso 5 euro.

Ponte del 25 aprile: cosa fare a Napoli

  • Teatro Diana. Copenaghen, di Michael Frayan, debutta proprio il 25 aprile al Teatro Diana: uno dei più affascinanti testi contemporanei è portato in scena da Umberto Orsini (Niels Bohr), Giuliana Lojodice (la moglie di Bohr) e Massimo Popolizio (Werner Karl Heisenberg). I tre, dialogando come se fossero ancora vivi, tentano di chiarire che cosa avvenne nel lontano 1941 a Copenaghen, quando improvvisamente il fisico tedesco Heisenberg fece visita al suo maestro Bohr in una Danimarca occupata dai nazisti. Entrambi erano coinvolti nella ricerca scientifica, ma su fronti opposti, probabilmente vicini ad un traguardo che avrebbe portato alla bomba atomica. Fino al 6 maggio, ore 21, da 15 a 25 euro + prevendita.
  • Renzo Arbore in mostra. C’è tempo fino al 1° maggio per vedere l’allegra mostra spettacolo “Neapolitan Memories and Songs by Renzo Arbore and his tv shows and abolute inutilities”, a Palazzo Reale. Curata da Alida Cappelini e Giovanni Licheri, è un omaggio a Renzo Arbore per i suoi 50 anni e oltre di carriera e di passioni. Lunedì, martedì e giovedì 10.30-15.30; venerdì, sabato e domenica 10.30-19.30. Prezzo biglietto: intero 6 euro, ridotto 4 euro.

Ponte del 25 aprile: cosa fare a Torino

  • Modena City Ramblers. Al Concerto Grande d’Aprile, in piazza Arbarello, il 25 aprile dalle 16.30 si esibisce la rock-folk band, con il contributo del Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio regionale del Piemonte. Sul palco i loro grandi classici e le canzoni dell’ultimo album “Mani come rami, ai piedi radici”.
  • Museo Egizio. Alle ore 10.10 appuntamento con “A Casa di Kha”, un percorso tematico per grandi e piccini alla scoperta dei meravigliosi reperti della tomba di Kha. Prezzo 5 euro (biglietto d’ingresso escluso). Prenotazione obbligatoria al numero 011 4406903 o all’email info@museitorino.it.

Ponte del 25 aprile: cosa fare a Firenze

  • La Resistenza a fumetti. Presso il teatro Puccini, in via delle Cascine 41, la mostra “La Resistenza a fumetti. Pam e Fulmine partigiani a Firenze”, che tratteggia una sorta di storia della Resistenza di Firenze con la sua Liberazione (agosto 1944), grazie ai due fumetti esposti: Firenze Liberata di Nino Camus e Allarme sull’Arno di Clario Onesti che sono, tra l’altro, l’uno la prosecuzione dell’altro. Fino al 3 maggio, visitabile nell’orario di apertura del teatro.
  • Mostra internazionale dell’Artigianato. Un grande evento da non perdere, la 82° edizione della Fiera che ospita, fino al 1° maggio nella Fortezza da Basso, i più grandi maestri dell’artigianato made in Italy e internazionale. Orario di apertura al pubblico: tutti i giorni dalle 10 alle 22.30, ingresso nei feriali 4,40 euro, nei festivi 7,70 euro. A partire dalle ore 19 l’ingresso è gratuito.