Migliorano le condizioni di Lamberto Sposini, tanto da spingere i medici del Policlinico Gemelli a sciogliere la prognosi.

“In considerazione delle buone condizioni cardio-respiratorie e metaboliche si scioglie la prognosi riservata”

Il popolare giornalista e conduttore televisivo era stato colpito da un ictus lo scorso 29 aprile, pochi minuti prima di andare in onda con “La vita in diretta“, il contenitore pomeridiano di Rai Uno che conduce insieme a Mara Venier.

Galleria di immagini: Lamberto Sposini

Le condizioni di Sposini erano apparse immediatamente gravi, tanto che si era sparsa sul Web la voce che fosse morto, mentre l’ultima notizia, immediatamente smentita, dichiarava che il conduttore avesse perso la memoria. Non sono mancate inoltre le polemiche circa il ritardo dei soccorsi: chiamata in causa anche il presidente della Regione Lazio Renata Polverini, accusata di aver approvato un piano di tagli dannoso per la sanità romana.

Archiviate le polemiche, arrivano dunque i primi importanti segni di ripresa per Sposini che continua con successo la terapia riabilitativa presso il Reparto di Terapia Intensiva al Gemelli, come dichiarato dalla nota diffusa da Giulio Maira e Rodolfo Proietti, coordinatori dello staff medico.