Solo il 23 giugno si scoprirà Pottermore, il nuovo progetto di J.K. Rowling recentemente preannunciato con un sito che per ora mostra solo due gufi e la scritta “Coming Soon”, e anche se alcune indiscrezioni affermano come possa trattarsi di un nuovo capitolo della saga di “Harry Potter“, Daniel Radcliffe ne ha smentito il sequel: non crede proprio che si tratterà di questo.

Galleria di immagini: Harry Potter e i Doni della Morte: Parte II, sneak peek 1

Il giovane attore britannico, che in questi dieci anni ha interpretato proprio il maghetto “Harry Potter”, vuole distaccarsi nettamente della saga e ha dichiarato già da tempo che non avrebbe più partecipato a progetti legati a quest’universo fantasy. Sembrava tanto terrorizzato dall’idea di restare intrappolato in questa parte per sempre che ha dovuto farsi promettere da J.K. Rowling di non scrivere più libri su “Harry Potter”.

Daniel ha spiegato al Los Angeles Time che non ha desiderio di tornare nelle vesti del maghetto più famoso del mondo, e non vede di buon occhio nemmeno un ulteriore capitolo della saga, è molto scettico a riguardo e non crede nemmeno che avrebbe molto senso. “Harry Potter e i Doni della Morte: Parte II“, che arriverà nei cinema tra meno di un mese, è stato infatti annunciato come l’episodio che concluderà la saga per sempre, dunque aprire un altro ciclo non è l’ideale a suo parere.

Ad ogni modo, non si sa ancora cosa sia Pottermore. Qualcuno afferma che si tratta di un social network dedicato all’universo di “Harry Potter”, qualcun altro rumoreggia un gioco di ruolo in multiplayer, nonché la super-enciclopedia del mondo della magia.

Le ipotesi su un ulteriore libro – e di conseguenza sulla sua futura trasposizione cinematografica – sono piuttosto remote, ma bisognerà attendere il 23 giugno per saperne di più con certezza. Quel che è certo, invece, è la mancanza di voglia da parte di Daniel Radcliffe a parteciparvi.