Avete idea di quale sia la paghetta settimanale della prole delle star? È facile immaginare che le cifre si compongano di più zeri, è vero, ma forse fa un po’ orrore sapere esattamente a quanto ammontino. Ebbene, credo che la notizia vada condivisa e meriti qualche riflessione, anche con la vostra collaborazione.

Snoccioliamo un po’ qualche numero: cominciamo da una delle star più discusse nel panorama internazionale, Madonna, che verserebbe ben 11.000 dollari a settimana per la figlia; Maddox, primogenito dei Brangelina, merita 5.000 dollari a settimana; ai gemelli Hazel Patricia e Phinnaeus Walter di Julia Roberts vengono versati circa 8.000 dollari a testa; Kate Moss (e lei non può certo stupirci!) dispensa 8.000 pounds a settimana alla figlia Lila Grace di quasi 8 anni.

Ma non basta, le star, non contente delle modeste entrate periodiche della tanta cara discendenza, si premurano di non scontentarla mai e talvolta anche di anticipare qualche “piccolo” capriccio. Sapevate che Maria Lourdes Ciccone, la figlia di Madonna, ha un proprio stylist personale, usa prodotti di bellezza costosissimi e raggiunge la scuola in limousine? E che Suri, pargoletta di Tom Cruise, dispone di un budget di 1000? a settimana per l’acquisto di videogiochi naturalmente “educativi” come My Ballet Studio? O, ancora, che Miley Cyrus, figlia del noto cantante country americano Billy Ray Cyrus e diventata famosa grazie alla serie Disney Hannah Montana, chiede ai propri genitori fino a 1.000 dollari a settimana per riviste, scarpe, vestiti e borse? Vi consiglio, per un approfondimento, di leggere il Quotidiano.net… sempre che altre news in argomento non vi urtino ulteriormente.

Lo so che certe cifre fanno inorridire, ma non pensiate che, ad altri livelli, seppur un po’ più bassi, la situazione sia del tutto differente. La settimana della moda che si è appena conclusa, infatti, non ha presentato sulle luminose passerelle soltanto modelli dal corpo michelangiolesco, ma, direi proprio, di tutte le stature! e le riviste femminili sono stracolme di immagini di bambini ora vestiti con capi Dior, ora Armani, ora Pitti, o ancora Prada, Ralph Lauren, Moncler, Ferrari… pensate che il loro target sia costituito semplicemente dagli illustri nomi qui citati? E che conseguenze può avere tanta generosità nei confronti dei propri figli?

Questa corsa alla firma, che oggi inizia finanche con bimbi neonati, non renderà mica i figli uno strumento per manifestare lo “status symbol” dei genitori? non si corre nel tempo il rischio di indurre i propri figli ad una competizione poco sana? Intanto, in alcune scuole delle maestre, preoccupate dai possibili contraccolpi sulle classi, iniziano a richiedere che i bambini accedano in classe solo con il grembiule.

Forse anche in questo caso la nota coppia presidenziale, gli Obama, è in grado di costituire un illuminante modello. Attenti all’educazione delle figlie Malia e Sasha, di 10 e 7 anni, i coniugi, a quanto pare, adotterebbero le ricompense al posto di una paghetta fissa settimanale e, solo dopo aver portato a termine le loro faccende domestiche, le bambine ricevono una cifra simbolica per il loro impegno.