Domani è Natale e tutti stanno già pensando a cosa preparare per festeggiare insieme alla propria famiglia, seduti attorno a una splendida tavola imbandita.

Le tradizioni, specialmente nel periodo natalizio non mancano, specialmente quando si parla di cucina. Ecco che noi di Leonardo.it vogliamo parlarvi dei tradizionali pranzi di Natale, tipici sia dell’Italia settentrionale che di quella meridionale.

Nord:

Come ogni pranzo che si rispetti non possono di certo mancare gli antipasti, solitamente composti da tartine di pesce e salumi, gamberetti conditi con la deliziosa salsa cocktail, salumi, formaggi vari, salmone e crostini e sfiziosità di ogni genere.

Per quanto riguarda i primi, la tradizione del nord vuole che sulla tavola non manchino i tipici tortellini ripieni di carne, che si possono gustare sia in brodo che conditi con il ragù di carne. Per i più audaci, invece, i tortellini possono essere sostituiti con un bel piatto di lasagne, fatte in casa con sugo di pomodoro, besciamella e, a piacere, prosciutto e formaggi vari.

Vogliamo non parlare dei secondi? Un grande classico della cucina del nord è l’arrosto con le patate, accompagnati da cardi, oppure il tradizionalissimo cotechino.

Per il dolce, invece, inutile dirvi che i dessert più quotati sono il panettone e il pandoro. Per i più originali, invece, da qualche anno si è diffusa la tradizione di preparare in casa e gustare con amici e parenti il tronchetto di Natale, un dolce morbido e delizioso a base di cioccolato e crema, decorato con zucchero a velo, per ricordare la neve, e tante piccole foglie di vischio fatte di pasta di zucchero.

Sud:

Le danze al sud si aprono con gli antipasti: tartine di gamberetti, acciughe all’ammiraglia.

Per i primi, al sud, si predilige il pesce: spaghetti con le vongole o con le cozze sono i grandi classici “in bianco”. Per gli amanti dei condimenti, invece, spaghetti allo scoglio o con il sugo di astice.

Andiamo avanti? Allora passiamo ai secondi. Il branzino sotto sale è uno dei piatti forti della tradizione meridionale assieme alle capesante, che possono essere servite in umido o gratinate al forno con l’aggiunta di pan grattato e limone.

I dolci variano di regione in regione: si passa dai tradizionali strufoli napoletani, alle pettole e le carteddate pugliesi, per arrivare al buccellato siciliano.

Ovviamente queste sono solo alcune delle tradizionali pietanze che si potranno trovare sulle tavole degli italiani in giorno di Natale. Le tradizioni si seguono, ma a volte la creatività, soprattutto in cucina, vince!

photo credit: fabcom via photopin cc