Durante la domenica di Pasqua è tradizione nel nostro paese riunirsi con pareti e amici per festeggiare assieme la risurrezione di Gesù. Da nord a sud Italia sono proposti interi menu di Pasqua, dall’antipasto al dolce, ricchi di ricette tradizionali il più delle volte di provenienza popolare. Non possono mancare le uova in tutte le loro forme, l’agnello e il capretto accompagnati da verdure cotte al forno o sotto forma di purè fanno da protagonisti. Primi piatti come pasta ripiena, lasagne e risotti si alternano a torte salate come il famoso Casatiello Napoletano, il Tortano Pugliese o la Torta Pasqualina. A conclusione dei lunghi pranzi pasquali non possono mancare le uova di cioccolato e i dolci come la tradizionale Colomba, la Pastiera Napoletana, la Pizza dolce Umbra o la Cassata Siciliana.

Di seguito un’idea di menu tradizionale, facile da realizzare per il pranzo di Pasqua.

Galleria di immagini: Il menu del pranzo di Pasqua

Quiche con asparagi

In un pentolino fate sciogliere 40 g di burro. Aggiungete 40 g di farina setacciata e fate imbiondire senza smettere di mescolare. Unite a filo mezzo litro di latte e cuocete a fuoco dolce fino ad ottenere una besciamella densa e senza grumi. Insaporite con una macinata di noce moscata, salate e tenete da parte. Lessate al dente una trentina di punte di asparagi e foderate con 300 g di pasta brisée sei stampini monoporzione da crostata leggermente imburrati. Versate in ogni tartelletta alcuni cucchiai di besciamella a cui avrete aggiunto un tuorlo d’uovo, disponete sopra 5 punte di asparagi per ciascuno e concludete con abbondante parmigiano grattugiato. Cuocete in forno a 180 °C per 10 minuti quindi gratinate per altri 5. Servite le quiche tiepide.

Lasagne di carciofi

Pulite 10 carciofi togliendo le foglie esterne più dure e le punte spinose. Affettateli finemente e immergeteli man mano in una bacinella di acqua acidula. In una padella fate insaporire alcuni cucchiai d’olio d’oliva con due spicchi d’aglio schiacciati quindi unite i carciofi sgocciolati. Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco, coperchiate e stufate la verdura a fuoco basso per una ventina di minuti, salate e pepate. Unite quindi i carciofi cotti a 750 ml di besciamella pronta e mescolate bene. Tagliate a listerelle 150 g di prosciutto cotto e 150 g di provola a dadini. Ungete una pirofila che possa andare in forno con poco olio extravergine quindi distribuite sulla base due sfoglie di pasta fresca all’uovo. Coprite con un terzo della besciamella e carciofi, metà prosciutto e metà provola quindi ricoprite con altre sfoglie di pasta fresca e continuate a formare gli strati fino a finire gli ingredienti. Spolverizzate la superficie con 50 g di parmigiano grattugiato e infornate a 180 °C per mezz’ora. Fate riposare le lasagne dieci minuti prima di servire.

Agnello al forno

Preparate un trito finissimo con un mazzetto misto di rosmarino, timo, origano fresco, salvia, finocchietto, menta e due spicchi d’aglio. Prendere un cosciotto d’agnello di circa 1 kg e mezzo e incidente i più parti la polpa dove inserirete il trito aromatico. Strofinate la carne con olio extravergine, sale e pepe quindi adagiatela in una pirofila da forno. Infornate e cuocete per venti minuti a 220 °C quindi sfumate con un bicchiere di vino bianco secco e continuate la cottura abbassando la temperatura del forno a 180 °C per un’ora. Se tenderà ad asciugarsi troppo bagnate con poco brodo vegetale bollente e coprite per l’ultima mezz’ora di cottura con un foglio di alluminio. Affettate e servite caldissimo accompagnato dal sugo che si sarà formato in cottura.

Purè di piselli

Lessate 400 g di piselli anche surgelati in abbondante acqua salata quindi scolateli e teneteli da parte. In una padella fate sciogliere 50 g di burro e aggiungete 2 scalogni finemente tritati. Cuocete per alcuni minuti fino a doratura. Aggiungete quindi i piselli e fare insaporire per una decina di minuti mescolando spesso. Salate e pepate. Con un mixer ad immersione frullate la verdura molto finemente aggiungendo se necessario poca acqua di cottura. Servite il purè di piselli come contorno.

Tiramisù di colomba con le fragole

Lavate e mondate 200 g di fragole. Montate a lungo con la frusta 3 uova assieme a 80gr zucchero finché non diventano belle dense e duplicano di volume. Aggiungete 150 g di mascarpone e  lavorate ancora fino ad ottenere una crema liscia che metterete a riposare in frigo. Ritagliate da un colomba sei cerchi di dolce spessi due centimetri e bagnateli con uno sciroppo di acqua, zucchero e rum. Riempite quindi le coppette con uno strato di colomba, uno di crema e uno di fragole tagliate a pezzettini. Ricoprire con altra colomba e altra crema. Finite con le fragole. Riponete in frigo a riprendere per almeno 3 ore prima di servire decorando con una fogliolina di menta. Per una versione più light sostituite il mascarpone con lo stesso peso di ricotta.