Una canzone per non dimenticare, per dire no alla violenza sulle donne. Giunto alla sua sesta edizione, si è svolto stamattina presso il Ridotto del Teatro Regio di Parma il Premio Colasanti-Lopez, intitolato alle due vittime di quello che venne definito come il massacro del Circeo. Una brutta pagina della nostra storia, risalente al 1975, un episodio che ha cambiato per sempre la vita delle due donne.

Da quell’evento così tragico nasce da parte della giunta provinciale parmense una risposta positiva, un’iniziativa per coinvolgere i giovani in una lotta che deve essere vinta: fermare una volta per tutte la violenza sulle donne. Questo il tema su cui si confrontavano le nove classi di licei ed istituti della provincia, alle prese con la scrittura di canzoni che rappresentassero un chiaro messaggio in questa direzione.

Galleria di immagini: Violenza sulle donne

Queste le parole di Marcella Saccani, assessore alle Politiche Sociali della Provincia di Parma:

“Anche quest’anno le notizie ci parlano di donne che muoiono, due di queste anche a Parma. Queste morti ci chiedono di continuare a portare l’attenzione a questo tema ed è quello che vogliamo fare con questo premio il cui senso è contribuire alla formazione della coscienza e del senso di responsabilità individuale”.

Positivo anche il commento dell’assessore provinciale alla Scuola Giuseppe Romanini apparso su ParmaDaily:

“Sono sempre stupito della vostra capacità di utilizzare i nuovi linguaggi. Nei vostri lavori c’è progettualità e una capacità creativa profonda che testimonia il fatto che siete una generazione robusta e che sa quello che vuole”.

Per la cronaca il primo piazzamento è andato a pari merito alla IV S del Liceo Scientifico Marconi di Parma con “Dimmi se questo è amore” e “L’uomo nero”, ed alla II C dell’Istituto Zappa-Fermi di Borgotaro per il brano “Proprio come lei”.