L’hamburger è un pasto gustoso e veloce da preparare, bisogna però seguire piccoli consigli per renderlo ancor più saporito. Innanzitutto è necessario scegliere la carne, possibilmente di manzo, perché è magra e cucina perfettamente alla piastra senza residui eccessivi di grasso.

Meglio evitare di comprare la vaschetta confezionata ma farla macinare fresca in macelleria. Solitamente l’hamburger americano è piuttosto alto: se non piace una cottura media, è meglio prepararlo con quantità minore di carne. Preparate delle polpette e poi appiattite, affinché lo spessore sia lo stesso.

Al centro dell’hamburger create una piccola cavità e mettete sale e pepe, in questo modo questo condimento durante la cottura si amalgama lentamente con il resto della carne. Il metodo di cottura perfetto è la griglia, che va unta, usando una tenaglia che regge un tovagliolo.

Naturalmente con il barbecue acceso non spruzzate dell’olio. Solo quando la piastra è ben calda poggiate gli hamburger che devono cucinare 4-5 minuti per ciascun lato. Per verificare la cottura precisa, usate un termometro e se avrà raggiunto i 155 gradi, sarà perfetta.

Per girare gli hamburger usate delle pinze così eviterete di romperli. La preparazione è bene effettuarla poco prima della cottura ma se avete deciso per una gita fuori porta, poneteli in un vassoio e usate della carta argentata per separarli. È un piatto che si presta bene a essere accompagnato con delle verdure fresche o grigliate, si possono preparare gustosi panini aggiungendo patatine fritte e maionese.

Per chi invece preferisce un piatto leggero, un’insalata di contorno è perfetta. Tra l’altro, è un ottimo secondo piatto o piatto unico per chi deve preparare velocemente il pranzo, preferiti anche dai più piccoli. L’hamburger, per assaporarlo a pieno, deve essere mangiato caldo, e senza salse però senape, ketchup, maionese possono arricchirlo e completarlo, tutto dipende dai gusti.

È un piatto che abbiamo imparato a conoscere con gli americani e i loro fast food: panino con hamburger, una versione completamente diversa delle nostre polpette che invece comprendono l’aggiunta di altri ingredienti alla carne. Qui, se la carne è di ottima qualità, si gusta un sapore unico e per avere la migliore resa a livello di cottura, si preferisce la griglia che consente anche di far fuoriuscire il grasso e soprattutto è un buon metodo per consentire di cucinare perfettamente gli hamburger più spessi.

Per chi è un po’ pigra, può prepararli e congelarli così sa averli già pronti e organizzare una perfetta cena anche se improvvisata. Un cibo che si accosta perfettamente a qualsiasi stagione, in estate si approfitta del barbecue in giardino mentre in inverno della classica piastra.

Il contenuto calorico del solo hamburger è accettabile ma aumenta notevolmente con l’aggiunta di salse, quindi ottimo come pranzo o cena, ma attenzione a cosa si usa per arricchirlo perché potrebbe far lievitare a dismisura il numero delle calorie.