Secondo uno studio un vasetto di yogurt al giorno fa bene, soprattutto per combattere la pressione alta. Una scoperta che, nel caso in cui si rivelasse totalmente efficace, potrebbe aiutare i milioni di cittadini in tutto il mondo che soffrono della patologia.

I ricercatori avrebbero scoperto che, stimolando i batteri sani nell’intestino con l’integrazione dei probiotici contenuti nello yogurt, si può migliorare la propria pressione sanguigna arrivando a mantenerla a livelli regolari. Sappiamo che i probiotici sono da sempre in grado di ristabilire l’equilibrio della flora intestinale, ma sarebbe un grande passo se gli stessi possono avere degli effettivi risultati sulla pressione arteriosa.

La Dottoressa Jing Sun, assieme al suo team del Griffith Institute in Australia, ha analizzato i risultati di nove studi, esaminando la pressione sanguigna ed il consumo di probiotici di ben 543 adulti, sia con pressione normale che alta. Secondo la stessa, inoltre, i probiotici possono avere degli effetti positivi, anche per migliorare i livelli di colesterolo, per la riduzione della resistenza di insulina e glucosio nel sangue, per regolare il sistema ormonale e controllare la pressione arteriosa. A riguardo ha dichiarato:

“Gli studi consigliano che il consumo regolare di probiotici possano essere parte di uno stile di vita sano per contribuire a ridurre la pressione arteriosa alta, così anche per mantenere i livelli di pressione sanguigna regolare.” Ma ha aggiunto inoltre che per far si che questi vengano effettivamente raccomandati per la pressione alta dai dottori, serviranno ancora molte ricerche.

Lo stesso ha detto Victoria Taylor, una dietologa della British Heart Foundation, ha dichiarato che era fondamentale che ognuno facesse degli sforzi per controllare costantemente la propria pressione arteriosa. “con questa interessante ricerca, tuttavia è ancora presto per raccomandare i probiotici per abbassare la pressione arteriosa.” Ha dichiarato, aggiungendo “Servono ancora ricerche per affermare ciò che abbiamo appena riscontrato. Ci sono vari metodi per cambiare il proprio  stile di vita e mantenere la giusta pressione sanguigna: mangiare meno sale, più frutta e verdure e essere fisicamente attivi mantenendo il giusto peso.”

Se in Inghilterra il 10% delle morti annuali sono legate alla pressione alta in Italia una percentuale pari al 25-30% soffre del disturbo, per non contare quanti non sanno di essere ipertesi. Il maggior numero di questi ultimi si verifica soprattutto nel Nord Est con il 37% degli uomini e 29% delle donne. Poi vengono il sud e le isole – 33% uomini e 34% donne – il Nord Ovest – 33% uomini e 29% donne – e il Centro, con il 31% uomini e 29% donne.

Galleria di immagini: Omega 3: scopri tutti gli alimenti ricchi di omega 3

photo credit: sarah sosiak via photopin cc