Pochi artisti hanno avuto il privilegio di essere considerati dei miti già in vita, ed è abbastanza normale che di questa categoria, molti, una volta passati a miglior vita, vengo considerati alla stregua degli dei.

È ciò che è avvenuto a personaggi come Michael Jackson, morto la scorsa estate, e i cui cimeli sono stati messi all’asta pochi giorni fa.

L’evento si è tenuto lo scorso sabato all’Hard Rock Cafè di Manhattan, ed è stato organizzato da Julien’s Auction.

È inutile sottolineare che i pezzi venduti hanno raggiunto prezzi stellari, ben al di sopra delle già rosee aspettative, ma questo non deve stupire, visto che i fan del celebre “re del pop“, disposti a fare qualsiasi cosa per il loro idolo, erano e sono numerosi e vivono in ogni continente. Se a ciò si aggiunge che gli oggetti in vendita erano di rilievo assoluto, ecco spiegato come mai il guanto indossato da Jackson in occasione della prima esecuzione del passo che l’ha reso famoso, il moonwalk, abbia raggiunto la cifra di 350.000 dollari.

Un altro indumento venduto all’incanto era l’abito indossato dal cantante in occasione della sua ultima esibizione all’Apollo Theatre di New York, acquistato per una cifra pari a 170.000 dollari, mentre il giubbotto indossato durante il tour di Bad è stato acquistato per 225.000 dollari.

Gli scopi dell’asta erano benefici, infatti la cifra raccolta andrà a finanziare i progetti dell’associazione MusiCares, che si occupa dei musicisti meno fortunati.