Amanti della Nutella, presto potreste essere inseriti tra coloro che consumano beni di lusso. Essì, perché il prodotto made in Italy – secondo il quotidiano francese Les Echos – starebbe per essere inserito proprio in questa categoria a causa del rincaro delle nocciole, dovuto alla penuria di questo ingrediente che ha colpito la Turchia, maggior produttore mondiale con oltre il 70 per cento del raccolto dell’intero universo.

Un rincaro dovuto al maltempo che si è abbattuto sul nord del Paese a fine marzo e che ha danneggiato più di due terzi dei fiori di noccioli. “Quest’anno verranno vendute solo 540 mila tonnellate di nocciole contro le 800 mila abituali, con un deficit di 260 mila tonnellate”.

La crema spalmabile più conosciuta e amata al mondo vedrà dunque schizzare alle stelle il prezzo. E, in tempi di crisi, non è certo incoraggiante per chi vuole acquistarla. Il prezzo di una tonnellata di nocciole è già esploso, passando dai 6.500 dollari di febbraio ai 10.500 di ieri. Oltre alla Nutella, è probabile che nei supermercati schizzino alle stelle anche i prezzi di Kinder, Ferrero Rocher, caramelle e altri dolci preparati con la nocciola.

Galleria di immagini: Nutella compie 50 anni: le foto più belle