Dal 14 aprile non sarà più necessario volare oltralpe per accaparrarsi le incredibili offerte di Primark, il department store irlandese di fashion fast: aprirà, infatti, in provincia di Milano, Arese Shopping, uno dei più grandi centri commerciali della Belpaese, realizzato da Marco Brunelli (a cui si devono alcune delle catene di supermercati più famosi nel nostro paese, come Esselunga e GS) presso gli ex stabilimenti dell’Alfa Romeo.

Il celebre store, che oggi conta ben 95 negozi in Germania, Portogallo, Spagna, Francia, Paesi Bassi e Austria, ha fatto il suo debutto nel lontano 1969 quando l’ideatore, Arthur Ryan, decise di aprire a Dublino in Mary Street quello che inizialmente aveva il marchio Penneys. Oggi Primark vanta oltre duecento sedi tra l’Irlanda e il Regno Unito: una catena di negozi specializzati nella vendita di capi d’abbigliamento e accessori a prezzi decisamente bassi. In Inghilterra, come in ogni paese dove sono presenti, è spesso una delle mete preferite dai turisti tanto da venir considerato il tempio della moda low-cost: un successo plebiscitario che ha nelle acquirenti più giovani, 15-24enni, il pubblico più collaudato.

Lo store dell’azienda che sarà inaugurato ad Arese ad aprile coprirà 4.500 mq con due piani, 62 camerini e oltre 40 casse. Primark sarà così uno dei principali concorrenti di altri negozi low-cost già presenti nel nostro paese come Piazza Italia o lo svedese H&M. Tuttavia si prospetta come una lotta decisamente impari, visto che un vestito da donna si potrà trovare anche a soli 5 euro. Qualche altra proposta? Scarpe a meno di 15 euro, magliette a 3, camicie a 11. Dodici le nuove collezioni ogni anno e nessun investimento nelle campagne promozionali off line, ma solo nelle sponsorizzazioni via social, contando sul passaparola e puntando tutto sul web, dove garantisce anche la massima trasparenza sulle condizioni contrattuali e i salari dei dipendenti, le politiche tariffarie ed ecologiche, ospitando persino le foto dei clienti più à la page.