Sai come affrontare la comparsa dei primi dentini del tuo bambino? Devi sapere che i sintomi della dentizione sono vari e spesso vengono confusi con quelli di un’infezione all’orecchio, quindi se noti che il tuo bambino ha la febbre e non solo una leggera alterazione, e piange di continuo, portalo dal tuo medico.

Anche la diarrea è spesso interpretata come un sintomo della dentizione, ma molti medici consigliano di trattarla in maniera separata. Durante la dentizione la popò dei bambini potrebbe essere più liquida, ma di solito non così tanto da essere definita diarrea. In ogni modo, per qualsiasi dubbio consulta il tuo medico. I sintomi della dentizione potrebbero durare solo qualche giorno oppure comparire periodicamente fino ai tre anni.

I primi dentini di solito si sviluppano già nella pancia della mamma, ma iniziano a spuntare verso i sei-nove mesi. Di solito i bambini arrivano ad avere tutti i denti intorno ai due anni e mezzo/tre, quindi fino ad allora è normale vedere comparire periodicamente i sintomi della dentizione. Normalmente si tratta di un processo fastidioso ma non sempre doloroso.

Cosa si può fare per alleviare il fastidio del bambino?

Oggi si usano gli anelli da dentizione tenuti in freezer. Far raffreddare gli anelli da dentizione è un’ottima idea, ma non bisogna metterli mai nel freezer, perché se diventano troppo freddi o duri potrebbero danneggiare le gengive. Può essere utile anche masticare piccoli pezzi di frutta e verdura, ma è sempre bene controllare attentamente il bambino, ad evitare il rischio di soffocamento. Applicare gel calmanti prima dell’allattamento potrebbe rivelarsi un problema, perché se contengono blandi anestetici locali, potrebbero rendere difficile l’allattamento al seno. I farmaci a base di paracetamolo per uso pediatrico sono consigliabili solo dopo i tre mesi, pediatra permettendo. Infine, le coccole e i giochi spesso possono rivelarsi la migliore medicina per consolare e distrarre il tuo bambino.

Una precisazione

Molte mamme pensano che i denti da latte non siano importanti come gli altri successivi. E sbagliano. I denti da latte sono molto importanti e mantenerli in buone condizioni prima della loro caduta riduce il rischio di carie o il bisogno di apparecchiature dentali durante l’adolescenza. Ti consigliamo di scegliere un bravo dentista o di rivolgerti a quello di famiglia fin da subito, in modo da imparare come curare nella maniera giusta i dentini del tuo bambino e abituarlo fin da piccolo alle visite del dentista. Anche la dieta è fondamentale: insegna al tuo bambino a mangiare cibi alternativi ai dolci e a lavarsi sempre i dentini dopo ogni pasto per ridurre il rischio di carie.

Nota

Evita la frutta secca: cibi come l’uvetta o i succhi di frutta, soprattutto quelli di mela o di ananas, contengono molti zuccheri. Meglio optare per la frutta fresca e usare la cannuccia per bere i succhi di frutta: in teoria l’ideale sarebbe non più di un bicchiere di succo d’arancia al giorno. Anche il latte contiene zucchero, quindi una volta lavati i denti prima di andare a dormire meglio optare per un bel bicchiere d’acqua.