L’emozione del primo appuntamento: un’attesa infinita (il momento migliore, a voler ascoltare le parole di Gabriele D’Annunzio ne “Il Piacere”), un batticuore senza tregua, dubbi, ansia, voglia di fuggire. E se si corresse il rischio di mancare l’obiettivo del primo bacio? Vediamo quali errori evitare per ottenere almeno quel primo bacio e fare in modo che il primo appuntamento non sia un fiasco completo.

  • Gli argomenti tabù: ebbene sì, esistono dei temi che, almeno al primo appuntamento, è meglio non affrontare. Uno sui tutti? Il proprio ex. Lasciate alle uscite con le amiche le lamentele sul vostro cuore spezzato o le imprecazioni contro quel fidanzato di cui eravate follemente innamorate ma che vi ha tradito miserabilmente. Altro argomento da glissare? Lo stress e la stanchezza per il lavoro. Frustrazioni e insoddisfazioni  è bene non siano, ancora, le protagoniste dei vostri dialoghi.
  • Il conto: almeno al primo appuntamento è lui che paga, senza se e senza mai. Come la mettiamo con la parità dei sessi? Una cosa è avere gli stessi diritti e gli stessi doveri nella società civile, altra è essere galanti e avere l’accortezza di non far mettere mano al portafoglio a quello che dovrebbe essere l’oggetto del proprio desiderio. Se lui accampa scusa, pagate la vostra parte e filate a gambe levate.
  • Non falsate il vostro modo di essere: se le cose andranno bene e ci saranno altri incontri, continuare a recitare una parte sarà quanto meno faticoso e controproducente.
  • Non raccontate tutto di voi al primo appuntamento: due persone devono conoscersi mano a mano, incontrandosi, condividendo emozioni, dialogando di volta in volta, non travolgendosi con un mare di parole. Un po’ di mistero non guasta mai.
  • Meglio non concedere più di un bacio sulla guancia: se lui ha intenzioni serie, difficilmente si aspetta qualcosa di più alla fine del primo appuntamento. Se, invece, durante la conversazione a cena, vi rendete conto che lui vi piace molto, ma non è la persona adatta a iniziare una storia, allora potete anche concedervi un dopo cena di passione, augurandovi che il feeling che non è scattato a livello di testa, scatti almeno per il sesso. A volte, capita.