Il principe Harry come non lo avete mai visto: il 32enne, quinto per successione al trono del Regno Unito, racconta non solo i suoi attuali impegni, quelli di beneficenza con Kate Middleton e il fratello, il principe William, e quelli sentimentali con Meghan Markle, ma anche le difficoltà di far parte della famiglia reale e i suoi momenti più bui legati alla morte della madre, Lady Diana.

A realizzare questa intervista intima e approfondita, a tratti scioccante, è la rivista americana Newsweek: Harry non ha mai fatto segreto di non voler arrivare troppo in alto nella monarchia britannica, ma stavolta ha addirittura affermato che nessuno nella famiglia reale vuole essere re o regina, suo fratello William compreso. “C’è qualcuno della famiglia reale che vuole essere re o regina? Non credo, ma portiamo a termine i nostri doveri al momento giusto”. Aggiungendo poi che “la monarchia è una forza che lavora per il bene”. “Tutti noi vogliamo portare avanti l’atmosfera positiva che la Regina ha creato per oltre 60 anni, ma non cercheremo di imitarla”, ha spiegato. “Siamo coinvolti nella modernizzazione della monarchia britannica. Non lo facciamo per noi stessi, ma per il bene comune. E la Regina è stata fantastica nel darci modo di scegliere. Ci dice di prenderci il nostro tempo”.

E se da una parte, naturalmente, c’è la “magia” della monarchia, dall’altra c’è una vita sotto riflettori, con etichetta e doveri rigidi anche nei momenti più duri. Nel 1997, Harry era accanto al padre Charles, al nonno Philip, al fratello e allo zio Earl Spencer, in processione per le vie di Londra per il funerale di sua madre Diana: “Mia madre era appena morta e ho dovuto camminare a lungo dietro la sua bara, circondato da migliaia di persone che mi guardavano da vicino, mentre altri milioni di persone lo facevano in televisione. Non credo che a un bambino dovrebbe essere chiesto di farlo, in nessuna circostanza. Non credo che oggi accadrebbe qualcosa di simile”.

Sia Harry che William sono stati oggetto di critica perché, finora, hanno svolto solo una parte di quei doveri di cui si prendono carico i loro nonni. Il principe William ora ha dovuto lasciare la casa di Norfolk per tornare a Londra e concentrarsi nell’aiutare la 91enne Regina Elisabetta II, soprattutto adesso che il duca di Edimburgo si è ritirato dalla scena degli impegni ufficiali. Parlando delle sue attività a Kensington Palace, Harry spiega: “Ora sono pieno di energie, amo la beneficenza, incontrare le persone e farle sorridere”. Certo “a volte mi sento ancora come se vivessi in una palla di vetro per pesci rossi, ma ora riesco a gestirlo meglio”.

Il principe Harry parla anche di come è arrivato a questo punto, della sua “riabilitazione”, del suo cambiamento da principe “playboy” a uno dei membri più popolari della famiglia reale con enormi meriti come l’impegno per gli Invictus Games: “La mia ricerca è iniziata quando avevo 25 anni circa. Ho dovuto riparare gli errori che stavo facendo. Mia madre è morta quando ero molto giovane, non volevo essere nella posizione in cui mi trovavo, ma alla fine ho tirato fuori la testa dalla sabbia, ho iniziato ad ascoltare le persone intorno a me e ho deciso di usare il mio ruolo per fare del bene”.

Harry in passato ha sofferto anche di attacchi di panico, e ha spiegato che il suo corpo sembrava come una lavatrice: “In vestito e cravatta, ogni volta che mi trovavo in una stanza con un sacco di gente, cioè molto spesso, sudavo, avevo il battito cardiaco che sembrava una lavatrice in funzione. Sapevo di non poter uscire e dovevo solo nasconderlo”.

Adesso, racconta, vuole utilizzare la sua passione – che spesso in passato l’ha messo nei guai – solo per fare del bene. Ed ha elogiato anche Lady Diana per avergli mostrato quanto si possa fare con una vita “ordinaria”: “la gente sarebbe stupita dalla vita ordinaria che io e William facciamo”, afferma scherzandoci su. Il principe, sentimentalmente legato all’attrice americana Meghan Markle, ha concluso che se fosse così fortunato da avere dei figli, sarebbe determinato a dare loro una vita relativamente normale, aggiungendo: “Anche se fossi re, seguirei lo stesso la mia strada”.

Galleria di immagini: Kate Middleton, look coordinato per tutta la famiglia durante la Trooping the Colour, foto