Un ora e quindici minuti dopo l’ingresso di Kate Middleton nell’Abbazia di Westminster, la giovane borghese e il primogenito di Diana e Carlo d’Inghilterra percorreranno la navata come marito e moglie. Sembra strano ma la durata della cerimonia seguirà una tabella di marcia dettagliata e precisissima.

Abbiamo ammirato la sposa, avvolta in un tradizionale abito bianco con velo, strascico e diadema, entrare raggiante in chiesa accompagnata dal padre. A officiare la cerimonia è l’Arcivescovo di Canterbury, Rowan Williams, capo della chiesa anglicana.

Galleria di immagini: Royal Wedding, le foto

William, in alta uniforme, è arrivato a Westminster in compagnia del fratello minore Harry. Fin qui i due sposi seguiranno il rito tradizionale, che alla fine della parte religiosa prevede il percorso a bordo della carrozza reale per salutare la folla, che gremisce Parliament Square, Whitehall, Horse Guards Parade, The Mall e St James’s Palace, tutto il percorso che la coppia farà prima di giungere sul luogo del primo ricevimento organizzato dalla Regina Elisabetta.

Tra le principali curiosità sulla cerimonia, sembra che la marcia nuziale che accompagnerà William e Kate fuori dalla chiesa sarà la stessa suonata durante il matrimonio di Carlo e Diana. Ad anticiparlo è il programma ufficiale diffuso oggi, che cita anche altri brani previsti tutti appartenenti alla tradizione musicale anglicana.

La parte più attesa, quella dello scambio delle promesse nuziali, è stata invece caratterizzata da una novità: Kate, in accordo con William, non prometterà obbedienza al marito, ma farà riferimento solo ad altri valori come l’amore, il conforto e l’onore.

Nessuno scambio di fedi, invece, come ha fatto sapere lo sposo già qualche settimana fa. Anche senza questo momento, solitamente il più importante nel rito nuziale che siamo abituati a vedere, siamo sicuri che la cerimonia più attesa dell’anno è all’insegna del romanticismo.