Il principe William ha scelto proprio il suo primo giorno di lavoro come pilota di eliambulanza per aprire il suo cuore e raccontare quanto Kate Middleton sia una mamma meravigliosa. William dipinge, infatti, un delizioso quadretto familiare che i Duchi di Cambridge formano insieme al primogenito, il principe George, due anni il 22 luglio prossimo, e alla nuova arrivata Charlotte, nata il 2 maggio scorso.

William parla delle gioie della paternità recente:

Avere Charlotte è stato fantastico, lei è una gioia venuta dal cielo. Allo stesso tempo, prendersi cura di due bambini così piccoli è una bella responsabilità, soprattutto con George che non sta mai fermo un attimo… Diciamo che è come una scimmietta.

Poi, il Duca di Cambridge si sofferma inevitabilmente sulla moglie Kate Middleton, con amore e con affetto: “Avere una famiglia tutta mia mi emoziona e Catherine ha fatto un lavoro meraviglioso come madre, sono molto orgoglioso di lei”; e alla domanda su un terzo figlio risponde saggiamente: “Abbiamo appena avuto il secondo, ma non si sa mai cosa può accadere in futuro”.

Il principe William lunedì mattina, come ogni altro padre, ha salutato moglie e figli e si è recato al lavoro, presso il Cambridge Airport, per iniziare alle 7 il suo turno, il primo, per la East Anglian Ambulance Air.

Dopo l’arruolamento nella RAF, William ha infatti scelto di proseguire la carriera come pilota civile di eliambulanza, e ha preso servizio appena terminato il corso d’addestramento: la sua zona d’azione riguarda il Norfolk, Suffolk, Cambridgeshire e Bedfordshire.

Il principe, secondo in linea di successione al trono britannico dopo il padre Carlo, ha visto questo suo impegno come una progressione naturale della precedente formazione, che gli permette di utilizzare le competenze acquisite:

Sento così di fare un lavoro veramente utile e che mi consente di mettere le basi per quello che sto cercando di diventare, una persona brava e riflessiva.

Le malelingue non potranno trovare niente da ridire su questo: il principe ogni mese dona il suo intero stipendio in beneficenza alla stessa East Anglian Air Ambulance.