Ogni bambina ha sognato almeno una volta nella vita di essere una di loro: sono le Principesse Disney, le cui storie incantano e affascinano ormai da anni milioni di piccole e grandi fan. E proprio a loro è dedicata la mostra  “Sogno e Avventura: 80 anni di principesse nell’animazione Disney”, che inaugura sabato 14 ottobre a Milano presso WOW Spazio Fumetto, il Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’immagine animata.

L’esposizione intende ripercorrere la storia delle principesse disneyane, svelandone le origini e la genesi attraverso una serie di esclusivi materiali che comprendono disegni originali, antiche stampe, manifesti cinematografici ma anche giochi, gadget e persino spartiti con le più belle colonne sonore che hanno accompagnato le loro vicende nei film.

Durante tutta la durata della mostra, inoltre, saranno organizzati anche laboratori, eventi e incontri tutti all’insegna del favoloso mondo disneyano. Ecco allora 10 cose da sapere sulla mostra dedicata alle Principesse Disney.

Galleria di immagini: Principesse Disney, le foto della mostra a Milano

  1. Tanti auguri, Biancaneve. La mostra è stata organizzata in occasione dell’ottantesimo anniversario dall’uscita nelle sale di “Biancaneve e i sette anni”. Era infatti il 1937, una data storica che segna l’avvento del primo film Disney completamente animato e ispirato a una delle fiabe più popolari.
  2. Le principesse e il cinema d’animazione. Attraverso la genesi delle principesse disneyane, la mostra si propone di svelare anche l’evoluzione del cinema d’animazione e delle sue tecniche. Si va dal rotoscopio grazie al quale nel 1937 i disegnatori ricalcavano i personaggi riprendendo attori veri fino alle recenti tecniche digitali adottate per “Frozen”.
  3. C’era una volta… In esposizione durante la mostra anche antiche stampe che ritraggono le antesignane delle principesse Disney, ovvero le protagoniste delle fiabe di Perrault, come quelle di Gustave Doré pubblicate nel XIX secolo.
  4. Come nasce una principessa. Per svelare la genesi delle principesse, la mostra offre al pubblico anche la visone di disegni originali e persino di bozze di studio come quelle dedicate a Belle e alla sirenetta Ariel non ancora perfettamente disegnate in quello che è il loro aspetto definitivo.
  5. Il manifesto cinematografico. Nell’ambito della mostra viene esposto anche un rarissimo manifesto cinematografico del film “Biancaneve e si sette nani” del 1938 e proveniente dalla collezione di Giovanni Bonifacci.
  6. Biancaneve, tutte le edizioni. Gran parte della mostra è dedicata a Biancaneve, prima principessa disneyana. Oltre al manifesto cinematografico e alle pagine dei giornali dell’epoca dedicate al film, in esposizione anche tutte le edizioni attraverso cui il pubblico ha incontrato la candida protagonista, dai Super 8 da proiettare fino alle versioni sonore con disco da ascoltare.
  7. Un selfie con le principesse. A rappresentare ogni principessa sarà un oggetto iconico, accompagnato da una gigantografia con cui sarà possibile scattare delle foto ricordo. Non solo, all’ingresso sarà presente uno speciale set fotografico:  un trono su sui sedersi, sullo sfondo di un fiabesco palazzo.
  8. Amici, principi e nemici. La mostra dedica uno spazio anche ai personaggi che ruotano attorno alle vicende delle principesse protagoniste: dai topini di Cenerentola, alle perfide matrigne fino agli immancabili principi.
  9. Principesse… in carne ed ossa. Ad ogni principessa disneyana, inoltre, la mostra affianca una principessa esistente e in qualche modo a lei somigliante. Un esempio? Ad Ariel viene associata l’immagine di Charlène di Monaco,  campionessa di nuoto che ha fatto innamorare il principe Alberto uscendo dall’acqua proprio come la Sirenetta.
  10. Quando. La mostra, realizzata grazie alla collaborazione di The Walt Disney Company Italia, sarà visitabile dal 14 ottobre al 25 febbraio 2018 presso WOW Spazio Fumetto (Viale Campania 12) tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 15.00 alle 19.00 e il sabato e la domenica dalle 15.00 alle 20.00.