Cosa fareste se il vostro fidanzato spendesse 26.000 dollari per trasformare la camera da letto nel tempio dei videogiochi arcade?!? E’ successo a New York e la storia, per quanto fantasiosa, non ha avuto un gran lieto fine. La lei della situazione infatti, affatto contenta del nuovo “arredamento” di casa, ha lasciato il povero malcapitato a trastullarsi con i suoi joystick.

Galleria di immagini: Videogioco Mondiali Brasile 2014: fotogallery e screenshot

Questo è un esempio dei problemi di coppia moderni: i due sono in crisi? Lui, invece di preoccuparsi della cosa, spende un patrimonio per trasformare il nido d’amore nella cameretta dei sogni di qualunque adolescente degli anni ’80. Una gran prova di maturità. E soprattutto una decisione non proprio condivisa dalla compagna, alla quale la cosa non è piaciuta per niente.

Lo so, lo so che molti uomini si lamentano perchè non possono mai mettere bocca sull’arredamento di casa (con le dovute eccezioni…in casa mia sceglieva tutto mio padre senza possibilità di replica), ma invece di compiangersi i cari maschietti dovrebbero mostrarsi più disponibili ad accompagnarci all’Ikea o alle fiere dell’arredo (sto scherzando!).

Oppure possono prendere il sopravvento e fare come Chris Kooluris, il ragazzo di Manhattan che ha riempito la camera da letto con consolle e action figures dei tempi che furono. Salvo poi accettarne le amare conseguenze.

Naturalmente il problema principale non è stato l’arredamento in sè (oppure sì?!?), i due avevano altri motivi per essere in crisi. Ma, galeotto fu il joystick, PacMan è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Ora lei non vuole lasciare dichiarazioni di nessun genere, lui invece ha praticamente detto di aver fatto una cazzata. Lei gli manca e lui non sa che farsene del suo tempio arcade, nonostante ci inviti gli amici a giocare ogni settimana.

Voi cosa avreste fatto al posto della sventurata messa da parte per una salagiochi in miniatura?!? Fino a che punto è giusto coltivare una passione quando si è in coppia?!?

(Foto by InfoPhoto)