Se dopo anni di tentativi di concepire un bambino con scarso successo e una volta accertata l’infertilità all’interno della coppia, si può decidere di iniziare un trattamento presso un centro di procreazione medicalmente assistita.

La procreazione medicalmente assistita, è un insieme di tecniche mediche e di laboratorio utilizzate per il processo di fecondazione, cioè il cammino che ­ l’ovocita ­ e  ­ lo spermatozoo ­ devono compiere dopo essersi incontrati e fusi all’interno del corpo della donna, prima che inizi la gestazione.

Le tecniche per la procreazione assistita sono due:

La prima tecnica  non prevede nessuna  manipolazione dei gameti, e la fecondazione avviene all’interno del corpo della donna, come nella procreazione naturale.

La seconda è più complessa, perché comporta una manipolazione dei gameti femminili e maschili, e  prevede quasi sempre la fecondazione in vitro e il successivo trasferimento dell’embrione nell’utero.

photo credit: spaceodissey via photopin cc