Non sempre bisogna spendere una fortuna per prendersi cura di se stesse: esistono, infatti, dei prodotti di bellezza low cost altrettanto performanti di quelli più conosciuti e blasonati. Spesso, quello che fa alzare il prezzo di una crema idratante, di uno shampoo o di un rossetto non sono gli ingredienti e le formule chimiche, ma soltanto il packaging e il battage pubblicitario.

Il nome, l’etichetta, la confezione, il posizionamento del prodotto distinguono cosmetici che spesso sono perfettamente identici al loro interno e può capitare che siano realizzati anche nello stesso impianto produttivo. Tuttavia, soprattutto quando si tratta di prodotti di bellezza low cost, bisogna fare attenzione ai componenti e leggere bene le etichette.

Guida alla scelta

  • Come prima cosa, è necessario conoscere gli standard  con cui vengono realizzate le etichette. La formula INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredience) è la cosa più importante da tenere d’occhio: sulle confezioni viene indicata con la dicitura “Ingredienti”. Si tratta delle sostanze che compongono il prodotto. È fondamentale sapere che gli ingredienti, per legge, sono riportati in ordine decrescente, solo quelli con una percentuale inferiore all’1% possono essere elencati alla fine in ordine sparso. Questo significa che una crema idratante in cui la glicerina è tra i primi ingredienti ottiene il suo potere emolliente grazie a questo e non grazie a quelli riportati come principi attivi caratterizzanti.
  • La certificazione ICEA (Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale) garantisce che le aziende svolgano la propria attività nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente, tutelando la dignità dei lavoratori e i diritti dei consumatori. Questa certificazione prevede che i prodotti cosmetici siano dermatologicamente testati (non su animali) e quindi sicuri. I.C.E.A. ha stilato un elenco di sostanze che non devono essere utilizzate se si aderisce a questa certificazione (ad esempio sostanze di derivazione petrolchimica).
  • Paraffina e siliconi sono due ingredienti altamente performanti ma, a lungo andare, danneggiano sia i capelli che la pelle: meglio quindi evitare creme, shampoo e trucchi che li contengono.
  • Meglio scegliere prodotti  non solo senza paraffina e siliconi (parabeni e glicole polietilenico o PEG), ma anche senza olio minerale, petrolati e aromi. Sono invece da preferire quei  prodotti che contengono oli e grassi vegetali naturali e oli essenziali.